Alcuni consigli da Hera per affrontare l’inverno nel modo migliore e risparmiare sul gas

InvernoTra un paio di giorni in corrispondenza del solstizio (21 dicembre) arriva ufficialmente l’inverno, anche se il freddo non si è fatto attendere e ormai da parecchi giorni le temperature notturne scendo al di sotto dello zero. In concomitanza con l’arrivo di quello che statisticamente è il periodo più freddo dell’anno, Hera ci fornisce alcuni consigli su come risparmiare un po di gas. Mettere mano al termostato per scaldare gli ambienti è un gesto spontaneo in questo periodo, ma occorre ricordare che incide sui costi della bolletta. L’impianto di riscaldamento rappresenta, infatti, la voce più consistente dei consumi di gas: una famiglia media ne utilizza circa 2mila metri cubi l’anno per rendere confortevole la propria casa nella stagione fredda, mentre per l’uso in cucina e scaldare l’acqua i consumi annuali arrivano intorno ai 350 metri cubi. Per contenere i consumi dovuti al riscaldamento, Hera propone alcuni semplici accorgimenti che possono portare benefici, anche sensibili, sulla bolletta.

Gradi e risparmio: il rapporto è 1 a 6
Non tutti sanno che la riduzione di 1 solo grado della temperatura comporta un risparmio in bolletta di circa il 6%. Per questo, è consigliabile non oltrepassare mai i 20 gradi in casa. Nelle ore notturne è opportuno abbassare la temperatura oppure spegnere il termosifone, se fuori non fa troppo freddo.

Valvole termostatiche per tutti
Esistono sistemi che permettono di diversificare la temperatura del calorifero in ogni stanza, in base all’uso e all’esposizione. Sono le valvole termostatiche. Vanno applicate a ogni termosifone: una regola utile anche a chi ha il riscaldamento centralizzato. Per una regolazione autonoma nonostante la centralizzazione, è possibile installare anche contatori individuali del calore, che permettono di consumare come e quanto si vuole ripartendo i costi condominiali sugli utilizzi effettivi e non sui millesimi. In questo modo, non si spreca e si paga solo quanto consumato.

Aumentare l’isolamento termico e lasciar diffondere il calore
Oltre ad abbassare tapparelle e serrande, per far sì che il calore non si disperda, è possibile installare doppi vetri alle finestre o applicare alle pareti pannelli isolanti. E’ buona norma non collocare i termosifoni sotto le finestre e non coprirli con pannelli o tende. Il calore, infatti, deve poter circolare liberamente negli ambienti. Ovviamente è bene riscaldare solo le stanze di cui si fa uso.

Scelta della caldaia e manutenzione degli impianti: due elementi fondamentali
Se si deve cambiare caldaia, è opportuno scegliere quelle a condensazione con bruciatore modulante, che garantiscono la massima efficienza in qualsiasi condizione di funzionamento, anche a carico parziale. Risparmio e sicurezza, poi, vanno di pari passo: la buona norma del controllo periodico degli impianti migliora il loro rendimento, prevenendo gli incidenti domestici e contenendo i consumi.

Come leggere la bolletta del gas
On line, all’indirizzo www.gruppohera.it/dossier è visionabile un dossier di approfondimento sul tema del gas, affrontato a 360 gradi; è anche disponibile un video-tutorial che spiega come leggere la bolletta del gas e illustra le varie voci che la compongono.

Scrivi un commento