Accordo Enel Renault-Nissan per lo sviluppo della mobilità elettrica

Parliamo ancora di mobilità elettrica, uno dei tempi in primo piano quando si parla di salvaguardia ambientale e mobilità ecosostenibile. In questo campo Enel e Renault hanno compiuto un ulteriore passo nell’ottica di sviluppare nuove soluzioni a favore della mobilità elettrica. Sono stati infatti previsti grazie ai rispettivi sistemi di controllo, modelli di dialogo evoluto tra automobile e stazione di ricarica.

 

Il servizio sarà integrato al sistema di navigazione Renault Carminat TomTom Z.E. Liv, e permetterà al guodatore di conoscere i 3 punti di ricarica più vicini, consentendo anche di conoscere lo stato della stazione di ricarica e la sua disponibilità.  Queste strutture di ricarica saranno gestite all’interno delle Smart Grids che potranno fornire una serie ulteriore di servizi all’utenza, in particolare quella dotata di veicoli a propulsione elettrica. In questo modo l’utente con la sua auto diventa parte integrante e attiva della rete intelligente.

 

La partnership Enel-Renault vede le due aziende impegnate anche nello sviluppo a breve di un sistema di ricarica fast charge in corrente alternata a 43kW. Testato entro la metà del 2012 per una successiva introduzione sul mercato, il sistema consentirà di effettuare una ricarica rapida sui veicoli elettrici in grado di gestire tali livelli di potenze in AC, recuperando l’80% dell’autonomia all’incirca in 30 minuti. Enel implementerà così delle prime stazioni di ricarica di questa tipologia che costituiranno un nuovo modello di ricarica nello scenario mondiale ed uno standard di riferimento per la fast charge pubblica.

 

La ricarica rapida farà il suo debutto su Renault ZOE, berlina compatta 100% elettrica che sarà lanciata sul mercato alla fine del 2012, e successivamente sarà disponibile anche su Renault Fluence Z.E. e Renault Kangoo Z.E. (fonte)

Scrivi un commento