Allacciamento impianti alla rete MT: la prova in campo della protezione di interfaccia per ora non è prevista

Le norme CEI relative alla connessione degli utenti attivi e passivi alle reti in bassa tensione e in media tensione dei distributori hanno inserito molti oneri e novità che hanno impostouna radicale modifica del modo di realizzare gli impianti, soprattutto quelli attivi, e dei rapporti tra produttori e distributori o gestori di rete. Ma hanno introdotto anche un grande vantaggio, ovvero regole certe e definite cui si devono attenere sia i produttori che i distributori. In parole povere ora quello che si deve fare lo dice la norma CEI (o-21 per la bassa tensione e 0-16 per la media tensione) e non più le varie guide per la connessione e i vari documenti a cura dei distributori.

Ci hanno informato che al riguardo di impianti di produzione collegati alla rete MT di Enel distribuzione, Enel stessa spesso richieda la prova in campo del sistema di protezione di interfaccia con apposito strumento. Grazie alle indicazioni di un nostro lettore e alle sollecitazioni di addetti ai lavori che hanno segnalato la cosa all’autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, possiamo dire con certezza che le richieste di Enel (così come indicato nella corrispondenza con l’autorità) non hanno alcun fondamento, come evidenzia la nota protocollo 0019485 dell’AEEG inviata per conoscenza anche ad Enel e al CEI.

La delibera AEEG 84/2012, l’allegato A70 di Terna e la norma CEI 0-16, non prescrivono alcuna prova in campo del dispositivo di protezione di interfaccia (SPI). Nel caso di impianti che entrano in esercizio nel periodo 1 aprile 2012 31 dicembre 2012, come previsto nell’articolo 4.2 lettera a), non sono richieste prove ma è sufficiente inviare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà dal costruttore del sistema di protezione che attesti quali delle prescrizioni richieste dall’articolo 4.1 della medesima delibera sono soddisfatte dalla protezione di interfaccia.

11 Commenti

  1. Alberto 18 luglio 2012 at 09:48 - Reply

    Complimenti per il sito!
    Non riesco a trovare il protocollo AEEG.

    Saluti

    Alberto

    • Stefano Caproni 18 luglio 2012 at 09:57 - Reply

      Ciao Alberto, non ho capito cosa in tendi per protocollo AEEG

  2. Alberto 18 luglio 2012 at 10:11 - Reply

    Mi riferisco “la nota protocollo 0019485 dell’AEEG”, in modo da non inviare a enel il report della prova relè negli impianti connessi in MT.
    In particolare Enel richiede verifica tramite cassetta prova relè con relativo report nell’allegato B.

    • Stefano Caproni 18 luglio 2012 at 10:36 - Reply

      Ciao Alberto, è una comunicazione di un lettore che aveva posto quesiti all’AEEG, lo stesso mi ha chiesto di non diffonderla in quanto personale e ancora non ufficializzata. In ogni caso nessuna norma lo prevede. Questo è sufficiente eventualmente per scrivere ad enel che la prova in campo non è prevista dalla Delibera AEEG 84/2012, dall’allegato A70, e dalle CEI 0-16.

  3. Marco 18 luglio 2012 at 10:18 - Reply

    Buongiorno, invece per quelli allacciati alla rete BT dopo il 1 luglio (impianto maggiore di 6 Kw) la prova di interfaccia SPI in campo, con relativo report da inviare ad enel è sempre obbligatoria?

    • Stefano Caproni 18 luglio 2012 at 10:38 - Reply

      SI, lo prescrive la CEI 0-21, che oltretutto nel fac simile di regolamento di esercizio indica che bisogna spedire il file al gestore di rete (Enel), che però mi pare non lo chieda per il momento.

  4. Marco 18 luglio 2012 at 11:05 - Reply

    Ok grazie Stefano.
    Il problema rimane il solito, ancora le poche ditte che producono l’interfaccia conforme CEI 0-21 non consegnano!!!
    Complimenti x l’ottimo sito

    • Stefano Caproni 18 luglio 2012 at 11:09 - Reply

      Grazie Marco 😉
      In ogni caso credo che questa volta non si colpa delle ditte, la delibera 84/2012 aveva detto che la CEI 0-21 doveva essere modificata, e quindi le aziende hanno atteso (giustamente) l’uscita della CEI 0-21 in revisione 2. 🙁

  5. Damiano 19 luglio 2012 at 08:47 - Reply

    Come dici tu Stefano non è colpa delle Aziende, ricordo che la delibera 84/2012 è uscita a Marzo ed è entrata in vigore ad Aprile e stessa cosa per la CEI 0-21 uscita a Giugno ed in vigore da Luglio; è questo il vero problema: un mese di tempo è poco. Ad esempio mi piacerebbe sapere se c’è qualcuno che è stato in grado di ottenere il 100% del premio previsto per l’adeguamento !!!
    Inoltre chi solitamente realizza impianti da 100-200 kW, è meglio che si cerchi qualcos’altro da fare!!!!

  6. Piergiuseppe 31 luglio 2012 at 10:06 - Reply

    Scusate, nell’adeguamento del SPI all’allegato A70 degli impianti FV allacciati in MT esistenti a seguito della raccomandata enel serve fare la prova con la cassetta prova relè? L’enel nell’allegato B della raccomandata chiede di barrare una casella alternativa tra la cassetta e autotest (in questo caso inapplicabile), cosa bisogna fare?

    • Stefano Caproni 31 luglio 2012 at 10:15 - Reply

      Ciao Piergiuseppe, non ne ho idea, di fatto la prova in MT non è richiesta dall’Allegato A70, non è richiesta dalla delibera AEEG 84/2012 e non è richiesta dalle CEI 0-16.
      Ti dico quello che farei io. Non barri nulla e scrivi prova non richiesta dalla Norma CEI 0-16 vedi cosa ti rispondono.

Scrivi un commento