La conformità degli inverter Fronius alla CEI 0-21, Allegato A70 di Terna e Delibera AEEG 84/2012

Anche Fronius sta lavorando al fine di rendere conformi i propri inverter alle nuove prescrizioni del codice di rete e della varie normative e delibere delle quali abbiamo parlato più volte. A tal proposito sul portale italiano l’azienda fornisce utili indicazioni, e comunica che  gli inverter serie Fronius IG PLUS-V e Fronius CL a partire dal numero seriale 23132780 (versione firmware 5.08.04 e successivi) sono conformi alla totalità della nuova normativa CEI 0-21 e allegato A70 del codice di rete, delibera AEEG 84/2012/R/EEL.
Avranno un’apposita etichetta sull’imballo che li potrà identificare agevolmente.

Tali inverter sono quindi conformi alla totalità della CEI 0-21 e Allegato A70 di Terna, delibera AEEG 84/2012/R/EEL non solo per gli impianti che verranno allacciati dal 1° luglio 2012, ma anche per quelli che verranno allacciati dal 1° gennaio 2013.
Per gli allacci in BT fino ai 200 kW inoltre, il trasformatore di bassa frequenza non è più necessario in quanto gli inverter serie Fronius IG PLUS-V e Fronius CL sono conformi al punto 8.4.4.1 della norma CEI 0-21. (Gli inverter Fronius privi di trasformatore d’isolamento operante alla frequenza di rete integrano una funzione di protezione sensibile alla componente continua della corrente immessa in rete).

Per quanto riguarda gli inverter della serie FRONIUS IG PLUS-V e FRONIUS CL con numero seriale antecedente al 23132779. gli stessi  sono predisposti per essere resi conformi a tutta la norma CEI 0-21 e Allegato A70 di Terna, delibera AEEG 84/2012/R/EEL. Fronius renderà disponibile la versione firmware aggiornata per effettuare l’aggiornamento dell’inverter al fine di recepire tutte le disposizioni riguardo alla norma CEI 0-21 e Allegato A70 di Terna, delibera AEEG 84/2012/R/EEL. Tale aggiornamento potrà essere effettuato anche dall’installatore direttamente in loco con un apposito kit fornito da Fronius, l’Update Package, oppure  semplicemente attraverso il Datalogger Web/ Datalogger Pro/ Datalogger Easy se l’impianto è dotato di sistema di monitoraggio.

Fornius inoltre avverter tutti gli utenti che dal 1° luglio 2012 gli inverter della serie FRONIUS IG 15-20-30-40-60HV, i centralizzati FRONIUS IG 400 e 500 e la serie FRONIUS TL 3.0-3.6-4.0-4.6-5.0 non potranno più essere connessi alla rete, e non potranno essere resi conformi. Ulteriori informazioni possono essere trovate nella pagina dedicata (clicca qua) del sito Fronius, nella stessa possono essere scaricate le varie dichiarazioni sostitutive richieste.

Nel momento in cui scriviamo gli inverter Fronius non sono ancora indicati come conformi nell’ elenco Enel dei dispositivi collegabili alla rete BT di distribuzione, probabilmente in attesa di ricevere da parte di fronius la documentazione necessaria. In ogni caso le indicazioni sul portale Fronius sono sufficienti per scegliere l’inverter giusto da connettere dopo il 30 giugno.


Un Commento

  1. Alberto 13 novembre 2012 at 07:38 - Reply

    Salve Sig. Stefano,
    Vi contatto nella speranza di avere un aiuto da chi ha forse già avuto esperienza in merito. Sono il Proprietario/Soggetto Responsabile del mio impianto fotovoltaico e mi trovo a dover sostituire a seguito di un guasto n° 2 Inverter Fronius IG15 installati verso la fine del 2011. ( Gli inverter sono a servizio ciascuno di n° 12 moduli falda est e n° 12 moduli falda ovest pertanto con diverso orientamento – ogni falda con n° 12 moduli sono divisi in 2 stringhe collegati in serie da 6 moduli ciascuna ) Purtroppo ho scoperto ora ( sul sito Fronius c’è scritto chiaramente ) che installare attualmente questa tipologia di inverter non sono adeguati alla CEI 0-21. La domanda è semplice:
    – Dal momento che il produttore mi ha comunicato che attualmente gli unici inverter conformi CEI 0-21 con potenza più bassa adatta al mio impianto è il Fronius IG PLUS 25V1, ma credo che inserire unico inverter con moduli disposti su diverso orientamento è scorretto oltre che in configurazione di stringhe non omogenea, come posso risolvere il problema ?
    – In generale e penso che questo riguardi un pò tutti, quando si debba sostituire un inverter dopo i suoi 5/7 anni medi di buon funzionamento ( tranne per i casi sfigati come il mio !!! ) essendo il Produttore/Soggetto responsabile dell’ impianto oltre che comunicarlo al GSE sono obbligato a comunicarlo anche al Gestore di rete ovvero Enel?!?

    Ringrazio coloro che mi danno una mano in questa brutta vicenda.

Scrivi un commento