Mancato adeguamento alle prescrizioni dell’ Allegato A70, gli incentivi saranno “sospesi”

TraliccioLa delibera 84/2012 pubblicata nel mese di marzo 2012, ha introdotto importanti novità relative all’adeguamento degli impianti di generazione, al fine di rendere più sicuro il sistema elettrico nazionale trovatosi improvvisamente a dover far fronte (dal punto di vista tecnico) ad una incredibile “invasione” di tanti piccoli impianti di generazione distribuiti sul territorio nazionale, e non più di pochi generatori di grandi dimensioni.

Con tale delibera, si attua l’allegato A70 al codice di rete di Terna. L’allegato contiene una serie di interventi relativi alle regolazioni dei relè di protezione, regolazione della tensione entro la quale gli impianti devono rimanere connessi, buchi di tensione, etc. Uno degli interventi più invasivi, dal punto di vista tecnico, riguardava gli impianti connessi alla rete di media tensione di potenza superiore a 50kW allacciati alla data del 31 marzo 2012 (erano previsti infatti anche indennizzi se gli interventi fossero stati effettuati entro qualche mese dalla pubblicazione della delibera). Su tali impianti infatti, occorreva sostituire il Sistema di Prtotezione di Interfaccia, con un sistema in grado di realizzare una protezione a sblocco voltmetrico, tramite l’installazione di TV a triangolo aperto (o sensori) sulla rete MT, in modo da discriminare guasti locali o interventi delle protezioni del gestore di rete.

Gli adeguementi andavano fatti entro il 31 marzo 2013. I distributori stanno effettuando sopraluoghi (su tutti gli impianti) e inviando al GSE la documentaizone di eventuale mancato adeguamento. In uan norta stampa il GSE ha evidenziato che, ai sensi di quanto previsto dalla delibera dell’Autorità 84/2012/R/EEL, il GSE sta procedendo a sospendere l’erogazione degli incentivi nei confronti degli impianti di produzione di energia elettrica con potenza superiore a 50 kW, già connessi alla rete di media tensione al 31 marzo 2012, per i quali è stato segnalato, dalle imprese distributrici competenti, il mancato adeguamento alle prescrizioni dell’Allegato A.70 del Codice di Rete.

I titolari degli impianti interessati dalla sospensione dell’erogazione degli incentivi riceveranno dal GSE una notifica a mezzo mail con i riferimenti dell’impianto e del relativo rapporto contrattuale oggetto di sospensione. Si rammenta che la suddetta sospensione non comporta alcuna decurtazione degli incentivi spettanti, fermo restando che il ripristino dell’erogazione degli incentivi “sospesi” potrà avvenire esclusivamente a seguito della comunicazione dell’impresa distributrice competente che attesti l’avvenuto adeguamento dell’impianto di produzione (leggi la nota del GSE).

Dopo il primo grande intervento sugli impianti connessi alla rete MT di potenza superiore a 50kW, la delibera 243/2013 (uscita pochi giorni fa) ha indicato gli ulteriori interventi (già “promessi” dalla delibera 562/2012 per tutti i rimanenti impianti (impianti connessi alla rete MT di potenza sino a 50kW e impianti connessi alla rete BT di potenza superiore a 6kW. Qua tutti i dettagli.

13 Commenti

  1. claudio 12 giugno 2013 at 17:47 - Reply

    io devo adeguare un impianto con generatore rotante 260kVA, qualcuno conosce centraline per la regolazione della potenza in funzione della frequenza per i generatori rotanti?

    • Stefano Caproni 12 giugno 2013 at 17:51 - Reply

      Questa volta io alzo bandiera bianca, ne so poco o niente di generatori rotanti 🙁

  2. claudio 12 giugno 2013 at 18:19 - Reply

    si infatti è un argomento specifico, spero in qualcuno del settore

  3. vic 12 giugno 2013 at 21:51 - Reply

    Se ci si riferisce all’allegato A70 e ai relativi adeguamenti, la riduzione della potenza al variare della frequenza e’ richiesta solo ai convertitori statici (A70 7.1).

  4. vic 12 giugno 2013 at 22:05 - Reply

    La regolazione della P (e frequenza) per i rotanti e’ richiesta obbligatoriamente dal Codice di rete di Terna per le unita di produzione con P > 10 MW

  5. claudio 13 giugno 2013 at 07:55 - Reply

    Grazie 1000 Vic, mi sono letto 3 volte l’A70 ma avevo capito che la regolazione al variare della frequenza fosse necessario per tutti, fra l’altro un documento interpretativo di persona autorevole che ho trovato su internet affermava fosse necessario per tutti, sono stato un mongolo, ti ringrazio molto VIC

  6. claudio 13 giugno 2013 at 08:01 - Reply

    Dubbio: VIC io mi sono riletto il paragrafo 7.1 dell’A70 e non dice che la regolazione di potenza è riferita solo ai convertitori statici, mi puoi citare la frase perfavore?

  7. claudio 13 giugno 2013 at 08:05 - Reply

    Trovato, la prima frase del paragrafo 7.1: “Per il controllo dei transitori in frequenza, si richiede agli impianti di produzione statici connessi alle reti MT e BT…………..”

  8. vic 13 giugno 2013 at 09:48 - Reply

    😉

  9. Andrea 5 luglio 2013 at 16:38 - Reply

    Una domanda per quanto riguarda la comunicazione al GSE del nuovo regolamento di esercizio (cioè dopo l’adeguamento A.70):
    mi confermate che si debba attendere la vidimazione da parte di Enel del nuovo regolamento (con gli allegati aggiornati), da rigirare poi al GSE?
    con i tempi di Enel…

    • Stefano Caproni 5 luglio 2013 at 18:31 - Reply

      Ciao Andrea, direi di si.
      In ogni caso il GSE ha ribadito che l’invio della documentazione a loro ha scopo informativo e di aggiornamento archivi, quindi direi che puoi attendere regolamento aggiornato e validato da Enel prima di inviare il tutto.

  10. lorenzo 7 luglio 2013 at 09:33 - Reply

    ho un problema in un impianto fotovoltaico, appena c’è umidità o piove si blocca l’inverter, per elevata dispersione verso terra, è capitato a qualcuno?

    • Stefano Caproni 7 luglio 2013 at 11:05 - Reply

      Ciao Lorenzo, puo capitare, mi era successo in un impianto ove vi erano dispersioni in alcuni connettori delle stringhe proprio quando pioveva. Il fatto che accada quando piove è sintomatico del fatto che ci sia qualche dispersione, e di solito ciò accade nei connettori dei moduli o nei quadri in cc all’aperto

Scrivi un commento