Corso sulle norme CEI 0-21 il 3 e 4 aprile a Firenze

Il CEI organizza nelle giornate del 3 e 4 aprile un corso dedicato alla norma che regola la connessione alla rete di distribuzione degli utenti attivi e passvi. Con la pubblicazione della norma CEI 0-21 si è finalmente coperta una delle più sentite lacune normative nel campo della connessione degli impianti alla rete pubblica di distribuzione elettrica. La norma CEI 0-21 rappresenta infatti la “regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica” ed affianca la CEI 0-16 II edizione, pubblicata nel luglio 2008 che tratta lo stesso argomento ma per le connessioni alle reti MT ed AT.

 

Si viene quindi a completare il complesso e sentito iter tecnico e burocratico relativo agli impianti di produzione di energia elettrica sempre più caratterizzati da generazione diffusa (GD) che stanno velocemente influenzando il sistema di gestione della rete pubblica.  La norma CEI 0-21 è stata elaborata da un gruppo di lavoro specialistico del CEI di concerto con dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (AEEG), classifica gli Utenti in 4 categorie:

 

– impianti di utilizzazione dell’energia;

– impianti di produzione dell’energia;

– impianti di produzione ed utilizzazione dell’energia;

– reti di distribuzione.

 

Per ognuna delle suddette tipologie utenti, vengono definiti sia gli schemi tipici per la connessione alla rete che le caratteristiche di tutti i dispositivi atti a garantire la corretta soluzione tecnica di interfaccia con la rete.  Nell’ambito della moltiplicazione degli impianti di generazione di media piccola taglia collegati alla rete BT, la norma CEI 0-21, anche in ottemperanza al disposto del DM 05-05-2011 (quarto conto energia), definisce i nuovi parametri tecnici per i convertitori statici c.c./a.c. e le caratteristiche in termini di protocollo di comunicazione e di telegestione del sistema di protezione di interfaccia.

 

Sono inoltre stati definiti alcuni punti salienti relativi a tutte le utenze in bassa tensione soprattutto in relazione alle caratteristiche tecniche della rete pubblica come ad esempio i limiti di responsabilità dei lavori di connessione, il valore della corrente di cortocircuito nel punto di connessione ed i termini di continuità e qualità di servizio minimi garantiti.

 

Durante il corso saranno inoltre brevemente trattati gli aspetti burocratici relativi all’iter di connessione di Utenti passivi (delibera AEEG 348/07 e s.m.i) e degli Utenti attivi (delibera AEEG 125/10 e s.m.i.)   Ad ogni partecipante al corso verrà consegnata, come dotazione personale, una pubblicazione CEI sugli argomenti trattati nell’ambito del corso, insieme ad una copia della Norma CEI 0-21.

 

Il corso è articolato in due moduli:

 

– il Modulo A (una giornata) che riguarda gli impianti passivi

– il Modulo B (una giornata) che riguarda gli impianti attivi

 

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione CEI. Per maggiori approfondimenti e per  il programma dettagliato e prezzo vai allapagina dedicata sul sito del CEI (clicca qua). Se volete consultare il calendario completo di tutti i corsi organizzatti dal CEI potete consultare l’apposita sezione del Cei Web (clicca qua).

 

Scrivi un commento