Dichiarazioni Agenzia delle Dogane impianti fotovoltaici: le scadenze del 31 marzo

Abbiamo già parlato delle scadenze per chi ha installato impianti fotovoltaici di potenza superiore a 20 kW, entrati in funzione entro il 31 dicembre 2011,  relative agli oneri e adempimenti previsti dall’Agenzia delle Dogane.

 

Visto che la scadenza è imminente ricordiamo che  entro il 31 marzo 2012 deve essere trasmessa in via esclusivamente telematica la dichiarazione annuale all’Agenzia delle Dogane (sia per lo scambio sul posto che per la cessione totale);

 

Il D.L. n. 262/06 (Decreto Bersani) ha stabilito che la presentazione dei dati di contabilità e delle dichiarazioni previste dalla normativa vigente per il settore delle accise, debba avvenire in modalità esclusivamente telematica. Successivamente, la  Determinazione dell’Agenzia delle Dogane n. 1493 del 26 settembre 2007 ha disposto che, a partire dal 01/01/2008, le dichiarazioni di consumo annuali di energia elettrica, oltrechè di gas naturale, debbano essere presentate dai soggetti obbligati, esclusivamente in forma telematica, entro il 31 marzo di ogni anno per l’anno precedente.

 

Lo scambio telematico dei dati tra il soggetto obbligato e l’Agenzia delle Dogane avviene attraverso la piattaforma del Servizio Telematico Doganale EDI.

 

Chiunque debba usufruire di tale servizio dovrà preventivamente inviare un’istanza elettronica di adesione (attraverso il sito web dell’Agenzia delle Dogane www.agenziadogane.it) e poi recarsi presso uno qualunque degli Uffici doganali presenti sul territorio nazionale per il ritiro della specifica autorizzazione che abilita al servizio.

 

Ulteriori e più dettagliate informazioni sugli obblighi telematici e sugli strumenti messi a disposizione possono essere reperite sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Dogane nella sezione “Accise – Telematizzazione delle accise” oppure nella sezione “Assistenza on-line”.

 

5 Commenti

  1. Antonio M. 17 gennaio 2013 at 11:38 - Reply

    Buongiorno, volevo sapere se per il 2013 la documentazione da presentare è rimasta la stessa del 2012. Grazie

    • Stefano Caproni 17 gennaio 2013 at 11:41 - Reply

      Direi di si, la dichiarazione di consumo è quella da anni, magari cambiano le procedure telematiche. In ogni caso non sono molto preparato, dopo averne fatta una ho deciso di evitare tali pratiche, perdo solo del tempo 😉

  2. andrea 20 febbraio 2013 at 11:24 - Reply

    Ciao,
    concordo pienamente con Stefano sul fatto che la pratica delle Dogane è una gran perdita di tempo….per quanto riguarda la documentazione, mi risulta che sia cambiata la compilazione della dichiarazione telematica, in particolare per quel che riguarda le compilazioni dei “quadri”, nel senso che tutta la sezione relativa ad accise ed addizionali provinciali (nonj ricordo le lettere che contraddistinguono questi quadri), essendo queste ultime non più previste per gli impianti fotovoltaici, non va più compilata.

  3. andrea 20 febbraio 2013 at 11:33 - Reply

    A proposito di Dogane, non essendo molto aggiornato in merito, avrei una domanda: nel caso di più impianti nella titolarità dello stesso produttore, installati per altro sullo stesso edificio, e la cui potenza totale superi i 20 kWp (esempio 3 impianti da 10 kWp ciascuno), il produttore avrebbe l’obbligo di denuncia di officina elettrica? non riesco a trovare nessun riferimento in merito…

    • Stefano Caproni 20 febbraio 2013 at 19:43 - Reply

      Ciao Andrea, direi di no. Fa fede il singolo impianto, non mi pare si sommino le potenze ai fini dell’officina elettrica. Però non sono sicurissimo 😉 Io farei una telefonata al locale ufficio delle dogane.

Scrivi un commento