Emilia Romagna: grandi risultati di Hera per la raccolta differenziata

L’Emilia Romagna secondo i dati pubblicati da Hera (e relativi ovviamente alle sole province gestire da Hera) ha raggiunto importanti risultati nella raccolta differenziata, superando per la prima volta nel 2011 la barriera del 50% su base media annua, nelle province gestite da Hera (Modena, Ferrara, Bologna, Ravenna, Forli-Cesena e Rimini) e nei relativi 142 Comuni. La raccolta totale ammonta a circa 900mila tonnellate, in crescita rispetto al 2010 del 2,7% confermando il trend positivo del primo semestre 2011.

 

Come indicato da Hera in un comunicato stampa il dato è stato calcolato con il metodo previsto dalle delibere della Giunta Regionale n° 2317/2009 e 1620/2001, che escludono dalla raccolta differenziata i cosiddetti sovvalli vale a dire gli scarti delle raccolte multimateriali, che dopo una prima cernita sono destinati a smaltimento. Con la vecchia metodologia (che considera interamente i flussi da raccolta multimateriale) la percentuale del 2011 sarebbe stata del 51,0%. Dallo studio effettuato da Hera nel 2011, “Sulle tracce dei rifiuti”, certificato da DNV Business Assurance, uno degli enti di certificazione più autorevoli al mondo, emerge che oltre il 92% di quanto raccolto in maniera differenziata sul territorio servito dall’azienda rientra nel ciclo produttivo e viene quindi recuperato.

 

La raccolta differenziata per abitante, che è un dato importante per valutare la qualità dei servizi, sempre secondo il comunicato di Hera,  è salita 353Kg dando la misura dello sforzo che si sta facendo per aumentare la qualità dei servizi di igiene urbana al fine di recuperare una elevata quantità  di materiale da inviare al riciclo soprattutto in una regione come l’Emilia Romagna dove la quantità di rifiuto complesiva è molto elevata. Nel 2011 a fronte di una quantità di rifiuto prodotto procapite di 692Kg, ne sono stati differenziati circa 353Kg a fronte di una media italiana (secondo Legambiente) di 185Kg. In Emilia Romagna quindi la raccolta media di prodotto differenziato è circa il doppio  della media Italiana. (fonte Hera)

 

Scrivi un commento