Comuni green: a Copparo nel Ferrarese solo energia verde nel 2012

Ci sono molti comuni che hanno raggiunto obiettivi simili, e questo è solo un esempio. Copparo, comune del Ferrarese con 17.000 abitanti ha partecipato alla Settimana Europea dell’Energia Sostenibile (EUSEW 2012), da lunedì 18 a venerdì 22 giugno. L’evento rientra nelle attività previste dal Patto dei Sindaci ed è organizzato per valorizzare e diffondere l’importanza e il contributo delle energie verdi sull’ambiente. Il comune di Copparo è consociato con il  Consorzio Cev, struttura di Supporto per il Patto dei Sindaci, adottando un approccio virtuoso all’uso dell’energia, anche con l’acquisto dell’energia elettrica utilizzata per tutti gli uffici pubblici comunali, fornitura proveniente da fonti rinnovabili (certificata con deliberazione dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas).

Tale azione costituisce un messaggio importante per i cittadini, verso i quali promuovere una nuova cultura dell’energia. L’utilizzo d’energia proveniente da fonti rinnovabili è fra le attività fondamentali dell’obiettivo 20-20-20. Dalla tabella sotto riportata si vede come dal 2006, anno di iscrizione del Comune di Copparo al consorzio Cev, la percentuale di energia verde utilizzata sia passata dal 30% del 2006 al 100% del 2012, come mostra la Certificazione 100% verde, che attesta la provenienza da fonti rinnovabili della fornitura d’energia elettrica. La tabella sottolinea anche la quantità di CO2 risparmiata, che dal 2006 a oggi ammonta a 1.768,50 tonnellate di anidride carbonica NON immessa nell’atmosfera.

Evento centrale della settimana Europea dell’Energia Sostenibile è stata la Conferenza politica programmata a Bruxelles dal 19 al 21 giugno alla quale hanno partecipato circa 4.000 persone provenienti da 50 differenti paesi, riuniti per confrontarsi e scambiarsi progetti e testimonianze. Per il Comune di Copparo ha relazionato Sandro Pelati,  assessore all’ambiente e referente per il Patto dei Sindaci.

Un bell’esempio che si spera possano seguire tanti altri comuni italiani (molti lo hanno già fatto, quello che abbiamo citatò è solo uno dei tanti).  Essere Green si può, e forse senza nemmeno troppa fatica.

Scrivi un commento