Il conto energia dedicato agli impianti fotovoltaici è finito il 6 luglio 2013

Prato 4Il titolo sembra alquanto insensato dopo due mesi, ma da quanto leggiamo in rete e nei commenti sul nostro sito web, ci sono ancora aziende che fanno i conti in tasca ai possibili clienti parlando ancora di tariffa omnicomprensiva e di tariffa autoconsumo. Volevamo ricordare che il conto energia è terminato il 6 luglio 2013 e che attualmente l’unica possibilità è quella di usufruire delle detrazioni fiscali e del meccanismo delloscambio sul posto.

Il settore fotovoltaico ha visto in queti ultimi anni la nascita di centinaia se non migliaia di aziende che si sono gettate nel business senza avere le minime conoscenze per gestire tali opportunità, molti ne hanno pagato le conseguenze e molti le pagheranno, vittime di persone impreparate, intermediari senza scrupoli, installatori incapaci, tecnici poco informati sulle norme e sulle delibere.

Non fatevi prendere in giro, il conto energia è finito. Nessuno può proporvi un piano di investimento basato su fantomatiche tariffe omnicomprensive e tariffe autoconsumo. Queste proposte sono sufficienti a farvi valutare con il giusto peso chi ve le sta proponendo. Fidatevi di chi vi propone un buon impianto in scambio sul posto, con detrazioni fiscali (molto convenienti, leggi l’approfondimento qua, abbiamo analizzati alcuni casi), fidatevi di chi vi fa domande sui vostri consumi, di chi viene in casa a vedere il vostro impianti, fidatevi di chi vi propone diverse soluzione con materiali più o meno costosi, fidatevi di chi vi parla anche di come usare i vostri elettodomestici e di come funziona un impianto fotovoltaico, non parlate con un solo interlocutore. Non fatevi prendere in giro, informatevi più che potete.

17 Commenti

  1. franco 13 settembre 2013 at 22:36 - Reply

    buona sera Sig. Stefano, ho appena fatto un contratto per 2 impianti da 4,1 Kw visto che ho 2 contatori e consumiamo circa 4100 kw annui per contatore; i pannelli ed i 2 l’inverter sono della sunpower (peraltro ho scelto quelli di ultima generazione da 345w non ancora sul mercato ma che dovrebbero uscire a giorni) saranno posizionati sopra un garage con esposizione sud-est, + o – 30° sud ; ho la detrazione del 50% e lo scambio sul posto, il tutto compresi i bollettini enel, pagherò 9500 euro ad impianto; crede che il prezzo sia giusto ? quanto crede mi frutterà annualmente ogni impianto tenuto conto che potrò adoperare il 40% dell’energia prodotta, crede che riuscirò ad andare pari con le bollette ?
    Grazie per la sua disponibilità.

    • Stefano Caproni 14 settembre 2013 at 09:52 - Reply

      Ciao Franco,
      scusa se approfitto della tua richiesta per parlare a voce alta. Un discorso generale, non è riferito a te in particolare.
      Ma questi conti perchè non ve li fa chi vi vende l’impianto, visto che gli date 9.500 euro ?
      Mi sembra assurdo che chi vi propone un investimento non vi faccia due conti prima, e poi voi dobbiate cercare sul web qualcuno che vi rassicuri su quanti soldi prenderetee se ce la farete a pareggiare le bollette. Queste cose dovreste chiederele prima di firmare i contratti, dopo puoi solo sapere se hai fatto bene o male.
      Detto questo è veramente difficile risponderti, non so cosa è compreso nel prezzo, non so dove abiti (tra nord e sud la produttività cambia anche fino al 50% in più o in meno).
      Provo a “sparare” 2 pareri.
      Se i materiali sono Sunpower credo che il prezzo sia ottimo, e i materiali di alta qualità.
      Supponendo che tu abiti in centro italia l’impianto produrrà 5.500kWh, ne usi 2.132, e ne scambi 1.968
      Risparmio circa 426 (bolletta) + 295 (scambio) + 112 (vendita) = 833 euro all’anno = 138 euro a bolletta bimestrale.
      Poi magari abiti in Sicilia e questi conti non servono a nulla.
      Perdonami la superficialità dei calcoli, ma per fare simulazioni eatte occorrono programmi costosi, tempo, etc 😉

  2. franco 16 settembre 2013 at 09:03 - Reply

    ciao Stefano, ad essere sinceri il titolare dell’azienda un po di conti mi li ha fatti, ed anche io ho chiesto molto, visto che l’investimento non è irrisorio 9500 x 2 = 19.000 tondi tondi; e questo con tutto sunpower e pannelli 345w, altrimenti se installavo gli attuali sunpower sul mercato i 327w avrei spuntato un prezzo intorno 8900 / 9000euro a impianto; praticamente nel contratto ho fatto mettere tutto, io non devo pensare a niente, l’unica eccezione è l’assicurazione che non ho ancora deciso si attivarla o no…tu che mi consigli ? la garanzia dei pannelli per 25 anni e dell’inverter per 10 anni; la ditta è seria ed è la concessionaria(non so se il termine è giusto) sunpower per l’umbria; ma è chiaro che ognuno tende a portare acqua al suo mulino, pertanto ho voluto sentire una voce autorevole fuoricampo per una conferma; io abito a foligno in umbria pertanto i calcoli per il centro li hai azzeccati !
    Grazie di cuore

    • Stefano Caproni 16 settembre 2013 at 09:10 - Reply

      Ciao Franco, Sunpower ha degli instalaltori affiliati che pososno installare i loro prodotti, credo che difficilmente troverai un’azienda di improvvisati, quindi vai tranquillo. I materiali sono di primissima qualità.
      Sul discorso assicurazione sui moudli non saprei che dirti, vedi quanto costa e fai un bilancio tra i rischi e i costi. Non è molto frequente che si rompa un modulo, ma può capitare. Però se sostituire un modulo costa 500 euro e l’assicurazione ne costa 300 all’anno, a mio avviso già ci si deve pensare, se non si rompe almeno un pannello ogni due anni, ci rimetti. Tra le tante io sarei più propenso a fare estensione di garanzia sull’inverter. ma ripeto, sono cose talmente soggettive che non saprei consigliarti 😉
      P.S.: bella Foligno, mio padre era Umbro (Orvieto – Ficulle) 😉

  3. luca 17 settembre 2013 at 10:41 - Reply

    Ciao Stefano,
    ma per un impianto mieolico (diciamo 6 KW) ci sono ancora a disposizione incentivi?
    grazie

    • Stefano Caproni 17 settembre 2013 at 19:06 - Reply

      Credo di si Luca, ma non sono molto preparato. Non mi sono mai occupato di Eolico.
      Direi che l’eolico è incentivato dal decreto DM 6 luglio 2012.
      Sul portale dle GSE trovi parecchie info

  4. Pietro 16 ottobre 2013 at 10:11 - Reply

    ciao Stefano sono Pietro da Castellabate volevo farti una domanda: ho un ftv da 3kwh operativo dal 25 marzo di quest’anno fino ad ora tutto a posto mi ha prodotto circa 3300kwh ,andando sul portale del GSE nella sezione a me dedicata e facendo la somma delle misure mi ritrovo con circa 400kwh in meno,quelli del GSE mi hanno detto che e’ colpa del gestore di rete che non ha ancora fornito le misure reali prodotte dal mio ftv , faranno poi un conguaglio a fine anno!!! e’ vero questo che dicono e come funziona veramente? Grazie come sempre della risposta
    Pietro

    • Stefano Caproni 16 ottobre 2013 at 11:40 - Reply

      E’ così, quando il gestore di rete non invia i dati il GSE paga comunque gli incentivi stimati, poi conguaglia stornado fatture e importe e pagando il reale 😉

  5. Andrea 24 ottobre 2013 at 17:27 - Reply

    Ciao Stefano. Un domanda. Quando arriva il preventivo enel con la specifica che l’enel deve fare dei lavori per adeguare la sua linea, i 90 giorni che l’enel ha per fare i lavori iniziano a decorrere da quando il preventivo viene accettato con invio documentazione e pagamento del bollettino su portale giusto?

    Non deve essere fatta la fine lavori per far partire enel con l’adeguamento della linea.

    Grazie
    Ciao.

    • Stefano Caproni 24 ottobre 2013 at 17:31 - Reply

      I giorni partono dalla data di accettazione del preventivo, se non ci sono specifiche tecniche con opere che deve fare il cliente, se invece ci sono opere che deve predisporre il cliente (indicate nella apposita specifica tecnica) i lavori partono dalla comunicazione di fine opere necessarie da parte del cliente.

      • Andrea 24 ottobre 2013 at 17:38 - Reply

        Grazie Stefano. No nel preventivo non c’è nessuna specifica tecnica, che solitamente è un’ultima pagina che delle caselline, spuntate in base agli interventi che deve fare il richiedente no?
        No no niente di tutto questo. Quindi i 90 giorni sono partiti dall’accettazione del preventivo. Grazie mille Stefano! 😉

        • Stefano Caproni 24 ottobre 2013 at 17:43 - Reply

          Direi di si, in ogni caso dai un colpo di telefono al responsabile indicato nel preventivo, si sa mai 😉

  6. michela 27 ottobre 2013 at 19:12 - Reply

    Ciao Stefano,
    volevo chiederti se posso contattarti in privato, avrei bisogno di una consulenza perchè ho un grosso guaio da risolvere per un impianto già installato e descrivere qui è impossibile.Grazie

    • Stefano Caproni 27 ottobre 2013 at 19:21 - Reply

      Ciao, nella sezione info ci sono i miei contatti 😉

  7. michela 27 ottobre 2013 at 22:01 - Reply

    Grazie 🙂

  8. giuseppe 23 ottobre 2014 at 15:28 - Reply

    Sig Stefano scusi posso chiederle una cosa???
    Ho un impianto fotovoltaico da 10 kw e vivo a siderno marina in provincia di RC il mio impianto e stato messo in funzione a maggio 2013 è ad oggi guardando nel contatore esterno del enel facendo la somma di A1 A2 A3 mi segna un totale di 16670 ma nn riesco a capire per quale cifre io prendo gli incentivi. calcolando che ho scambio sul posto la mia produzione ovviamente è maggiore. dove posso guardare per riuscire a calcolare se il mio gestore comunica gli scatti giusti al GSE ? grazie.

    • Stefano Caproni 23 ottobre 2014 at 16:12 - Reply

      Impianto in quinto conto energia.
      L’impianto percepisce tariffa omnicomprensiva sull’energia immessa (ovvero su A1+A2+A3 segnati dal contatore di scambio, quello esterno alla voce immissioni)
      Poi percepisce tariffa Autoconsumo sull’energia autoconsumata, ovvero occorre fare A1+A2+A3 relativa all’immissione del contatore di produzione (quello vicino all’inverter) e detrarre A1+A2+A3 del contatore esterno nelle voci immissione. Il valore ricavato è l’autoconsumo.
      I valori dell’immissione in rete sono aumentati del 5% circa per compensare le perdite, se Enel legge 100 comunica al GSE 105

Scrivi un commento