Le norme CEI 0-21 e 0-16 sono arrivate alla quinta edizione. Numerose le novità

Dopo l’inchiesta pubblica della quale avevamo parlato nei mesi scorsi (leggi qua), sono state pubblicate le nuove revisioni delle norme CEI sicuramente più lette dai tecnici che si occupano di energie rinnovabili.

Si tratta delle norme CEI 0-16 per le regole di connessione alla rete MT e CEI 0-21 per le regole di connessione alle reti BT, giunte ormai alla quinta edizione, pubblicata il 17 aprile.

Ci sono numerose novità delle quali parleremo nei prossimi articoli. Le revisione si sono rese necessarie per uniformare le norme suddette ai vari regolamenti europei, ed in particolare ai regolamenti relativi ai requisiti dei generatori.

Nel prossimo articolo vedremo come la delibera Arera 149/2019/R/eel ha definito modalità e tempistiche di applicazione delle nuove revisioni che comunque non si applicano agli impianti esistenti in quanto le norme vigenti già garantivano una elevata sicurezza del sistema elettrico nazionale.

3 Commenti

  1. Alberto Turci 2 Settembre 2019 at 17:32 - Reply

    qualcuno ha avuto riscontri con Enel con le nuove tarature….
    mi è capitato di verificare una nuova SPI (le quali escono già con le nuove tarature) ed Enel mi risponde che non le vuole così ma vuole ancora le vecchie. accetterà le nuove dal prossimo 21 Dicembre.
    ciò vuol dire che le nuove interfacce oltre a verificarle devo anche riprogrammarle?!?!?
    mi sembra assurdo

    • Stefano Caproni 2 Settembre 2019 at 17:58 - Reply

      Ciao Alberto.
      Io ho fatto un paio di verifiche con cassetta relè di SPI CEI 0-21 già con le nuove tarature, e non ho avuto riscontro negativo in merito, quindi potrei dire che sono andate a buon fine.
      In effetti però, leggendo bene la delibera 149, la stessa dice che le vecchie edizioni della CEI 0-21 e della CEI 0-16 “continuano ad applicarsi” sino ad allacci che avvengono entro il 31 dicembre 2019.
      Non dice che le vecchie norme “si possono applicare” sino al…….
      Quindi mi sembra di poter dire che la richiesta e-distribuzione questa volta è lecita.
      Applicare già le nuove norme per me sarebbe anche logico ed accettabile, ma per loro è più semplice gestire una sola tabella di tarature, perchè prevedere le due opzioni avrebbe significato rivedere il software del portale.

  2. Alberto Turci 3 Settembre 2019 at 11:26 - Reply

    nella mia zona fanno un po’ di storie.
    ora ho fatto un quesito.

    spero mi diano una deroga diversamente devo riprogrammarle e rifarle…

    di solito un periodo transitorio c’è…va be

    grazie del confronto

Scrivi un commento