Centrali nucleari: Greenpeace pubblica la mappa dei reattori

Il famoso referendum del 1987, nel quale gli Italiani decisero per il NO all’energia atomica, non ha di fatto scongiurato i pericoli che il recente disastro di Fukushima ci ha ricordato. Poco lontano dai nostri confini infatti sono moltissime le centrali nucleari con reattori nel pieno della loro attività.

 

Francia, Spagna, Germania, Svizzera solo per citarne alcune, hanno un gran numero di centrali attive, alcune vicine ai confini Italiani, e nelle aree intorno ad esse vivono milioni di persone che in caso di fuga radiattiva sarebbero in grande pericolo. Greenpeace ha voluto informarci dei pericoli che corriamo con una mappa interattiva.

 

All’indirizzo http://risksofnuclear.greenpeace.org una mappa ci disegna le centrali nucleari attive e i reattori in costruzione, cliccando su ognuno di essi possiamo sapere il numero di reattori, la data di entrata in esercizio, la potenza e il tipo di reattore impiegato. Un’ulteriore casella ci permette di sapere quante persone vivono alla distanza di 30, 75, 150 e 300 chilometri.

 

La mappa si può inoltre collegare al nostro profilo Facebook e Twitter per indicarci quali dei nostri amici siano a rischio vivendo nelle vicinanze di una della 437 centrali operative nel mondo.

 

Scrivi un commento