Power-One lancia la seconda generazione di microinverter: Aurora Micro da 250W a 300W

I microinverter stanno prendendo sempre più piede quale soluzione alternativa alle tradizionali soluzioni con inverter di stringa ed inverter centralizzati. Un piccolo (micro) inverter per ogni singolo pannello fotovoltaico per massimizzare la produttività annullando completamente le perdite causate dal mimatch di stringa (accoppiamento di pannelli con caratteristiche elettriche diverse), riducendo la perdita di produttività in caso di guasto, e permettendo ampliamenti di impianto a livello di singolo pannello e non solo a livello di stringa. Per contro questa soluzione implica un uso maggiore di componenti, ed ogni componente in più è un elemento di impianto che si può danneggiare.

Power-One, fornitore leader nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato oggi all’Intersolar Europe la seconda generazione dei suoi micro-inverter, con notevoli miglioramenti grazie ai nuovi prodotti, AURORA MICRO- 0.3-I ed AURORA MICRO-0.25-I.

Con una potenza rispettivamente di 300W e 250W, i benefici dei nuovi prodotti sono dovuti all’esperienza di Power-One acquisita nel corso degli ultimi dodici mesi di progettazione e collaudo. Rispetto alla versione precedente, i micro-inverter offrono una più ampia gamma di tensione di ingresso DC con un massimo di 65V dc, un esteso range di tensione MPP DC e un controllo MPPT rafforzato. Inoltre, le nuove unità raggiungono valutazioni di efficienza fino al 96,5 per cento.

“Il grado di integrazione nei sistemi fotovoltaici domestici del futuro sarà uno dei temi caldi di questo periodo”, ha detto Paolo Casini, Vice President, Product Marketing di Power-One. “Poiché i dispositivi sono collegati direttamente ad ogni singolo pannello solare, non c’è bisogno di vincolare l’installazione al dimensionamento di stringa e in termini di orientamentodei moduli fotovoltaici, per non parlare della riduzione degli effetti di invecchiamento del modulo. Inoltre i Power-One Aurora Micro offrono molti vantaggi agli impianti fotovoltaici su tetti di piccole dimensioni, tra cui la velocità e la facilità di installazione, un maggiore controllo della produttività del singolo pannello, massimizzando la produttività “

“E ‘nostra convinzione che i micro-inverter diventeranno presto una scelta molto popolare per gli installatori residenziali, con tempi di installazione ridotti senza influenzare la produttività degli impianti. Inoltre, i micro-inverter permettono di ridurre la perdita di potenza a causa di malfunzionamenti: in caso di guasto di un componente solo l’energia prodotta dal modulo interessato sarà persa “.

Uno dei principali vantaggi di dotare ogni modulo del proprio micro-inverter è che ogni pannello beneficia di un MPPT separato, che crea la curva di potenza ottimale per qualsiasi condizione di luce. Questo non solo riduce al minimo le perdite di efficienza di una ombreggiatura parziale o temporanea, ma anche da mismatching dei pannelli.

2 Commenti

  1. Cesare Alvisi 14 giugno 2012 at 12:13 - Reply

    Fermo restando le indubbie qualità che apporta l’utilizzo di un mini-inverter nel settore del fotovoltaico, ci sono brevetti Nazionali che reclamano diritti sull’inserimento del mini-inverter.
    Tra PowerOne; Enphase, eccc. chi è il depositario dei relativi brevetti? Grazie
    Alvisi

    • Stefano Caproni 14 giugno 2012 at 19:17 - Reply

      Ciao Cesare, non ne ho la minima idea 😉

Scrivi un commento