Produzione UE dei pannelli, attenzione ai certificati.

Come abbiamo spiegato in un recente articolo, da gennaio 2012 la Revisione 2 alle Regole Applicative per il riconoscimento delle tariffe incentivanti ha introdotto le nuove specifiche che dovranno essere indicate nei Factory Inspection dei pannelli fotovoltaici, al fine di poter accedere al beneficio della tariffa premio (+10%) per la produzione Europea.

 

La Revisione 2 alle Regole Applicative per il riconoscimento delle tariffe incentivanti è stata pubblicata a dicembre 2012, e richiede informazioni non presenti nella precedente guida (Revisione 1). Comprendiamo che difficilmente si sarebbe riusciti ad ottenere nuovi certificati e nuove ispezioni di fabbrica da parte degli organismi preposti. Abbiamo in ogni caso dato un occhiata a parecchi siti web di produttori, e nella maggior parte dei casi abbiamo scaricato certificati emessi alcuni mesi fa, e che quini non possono di certo comprendere le indicazioni contenute nella guida di dicembre del GSE.

 

Consigliamo quindi tutti gli interessati, di informarsi presso i rivenditori e i distributori in quanto alla richiesta di accesso alla tariffa incentivante e alla tariffa premio per la produzione Europea, va allegato l’attestato che dovrà essere conforme alle prescrizioni della guida del GSE.

 

Ci “scontriamo” quotidianamente con le procedure e la burocrazia legata alle pratiche di richiesta di accesso alle tariffe incentivanti, e consigliamo vivamente di non presentare richieste per la tariffa premio per la produzione Europea allegando vecchi certificati o per lo meno di ottenere dal produttore (nel caso non fossimo addetti ai lavori) una comunicazione che i certificati stessi siano conformi alla Revisione 2 alle Regole Applicative per il riconoscimento delle tariffe incentivanti. Il modo migliore per fare un prima verifica è guardare la data dei certificati, se antecedenti a dicembre 2011 difficilmente potranno contenere tutte le indicazioni richieste dalla guida di dicembre 2011.

 

Inviare un certificato non conforme può significare nella migliore delle ipotesi vedersi arrivare una richiesta di integrazione da parte del GSE, nella peggiore delle ipotesi anche un riconoscimento della tariffa senza il premio del 10%, in questo ultimo caso abbiamo solo 10 giorni per contestare e dimostrare che invece ne abbiamo diritto. In ogni caso sul sito del GSE ci sono tutti contatti per richiedere informazioni. Non avendo un back ground su tale situazione, non possiamo sapere come si comporterà il GSE in caso di certificati non conformi. Non pensate sia meglio non rischiare ?

 

Fateci sapere le vostre esperienze.

 

2 Commenti

  1. roberto 14 ottobre 2013 at 21:19 - Reply

    Buonasera, nel novembre 2011 mi sono stati installati n. 13 moduli Trina Solar del tipo TSM-PC05 da 245 Wp.
    Si può ottenere la conformità alla Revisione 2 per beneficiare dell’ulteriore 10% di incentivo GSE del IV conto energia?
    Grazie

    • Stefano Caproni 14 ottobre 2013 at 21:35 - Reply

      Purtroppo no. Il premio per produzione europea va chiesto all’atto della richiesta di incentivi. Dopo non può più cambiare nulla, se non eventuali premi legati al risparmio energetico.

Scrivi un commento