Mobile, leg­gero ed ecologico: con gli scooter “e-tropolis” 100km con 60 centesimi di euro

Pensare ad un futuro sostenibile, non è più una scelta ma un obbligo dettato da mutamenti climatici sempre più importanti e sempre più dannosi per l’ecosistema terra. La riduzione delle emissioni di CO2 passa attraverso profondi cambiamenti nella mobilità, sia dal punto di vista del nostro comportamento, che dal punto di vista della tecnologia.

E-tropolis Italia Srl è la prima azienda italiana nel settore della mobilità elettrica a due ruote, comparto scooter, ed è parte integrante gruppo tedesco SiG Solar specializzato nella distribuzione di moduli fotovoltaici a marchio Sun Earth by Sig Solar e nello sviluppo di impianti fotovoltaici ad alto rendimento. Etropolis è tra i primi brand europei ad aver raccolto la sfida della mobilità sostenibile puntando su energia a zero emissioni in tutta Europa.

Un obiettivo tanto importante e lodevole, quanto per ora difficile da raggiungere, ma passo dopo passo, ci stiamo già orientando verso una mobilità diversa, come sta dimostrando la ricerca di tutte le grandi case automobilistiche mondiali, e anche delle aziende che producono “mobilità elettrica a due ruote”

E-tropolis Italia produce cinque modelli di scooter che si equivalgono dal punto di vista tecnico (salvo l’ultimo arrivato, il Miami), ma caratterizzati da linee e forme molto ricercate, adatte a tutti gli appassionati di scooter. I modelli Retrò e Retrò Evo si distinguono per le linee morbide e armoniose, mentre il Bel Air, evoluzione del precedente Future (ormai fuori produzione), ha un look più dinamico e moderno. Chiude il ventaglio dei mezzi Etroplis il modello Miami, l’ultimo arrivato, caratterizzato da un design pulito e dalla tecnologia del futuro: batteria estraibile al litio

Ma al di là del modello che sceglierete, porterete nel vostro garage qualità e dotazioni di alto livello, gli standard sono elevati e inalterati nel tempo: efficiente batteria al silicio, motore al mozzo con 2 kw di potenza nominale (1,5 kW Miami), velocità massima di 45 km/h, 2 kW/h di consumo ogni 100 km, freni a disco su entrambe le ruote. Vediamo nel dettaglio questi gioielli della tecnologia.

MOTORE
E-tropolis, con il motore al mozzo ha una potenza di 2000 W e la batteria ricaricabile oltre 450 Volte (900 cicli per il Miami), è in grado di combinare durata ed efficienza. Basta componenti deboli nel motore come cinghie trapezoidali, catene e perdita dovuta all’attrito. Il motore funziona senza meccanismi, trasferendo la coppia in maniera lineare sulla ruota posteriore. Il risultato? Nessuna perdita di potenza e risparmio sui costi di manutenzione.

FRENI
Prima di tutto la sicurezza. E-tropolis dispone di due freni a disco idraulici sia sulla ruota anteriore che posteriore, in modo tale che possiate dosare la potenza dei freni in maniera esatta, a seconda della situazione. Viaggia nel futuro rilassandoti.

PLANCIA PORTASTRUMENTI
Profilo e funzionalità: soffermatevi sulle plance portastrumenti degli scooter e-tropolis e vi basterà poco per capire come funzionano. La spia illuminata con lo stato di carica della batteria è uno strumento d’aiuto molto utile.

BATTERIA
Nelle varianti dei modelli e-tropolis vengono installate delle efficienti batterie in silicio da 60 volt. Le batterie si possono ricaricare frequentemente (no effetto__memory) ed aumentano la loro potenza fino a 100 cicli di ricarica. Verrà fornito anche un cavo carica batterie con adeguato trasformatore.

ACCESSORI
Uno scompartimento apribile posizionato sotto il sedile offre un sufficiente spazio dove poter riporre i vostri acquisti. E’ possibile installare ‚inoltre, un bauletto amovibile. Su richiesta del cliente, per il modello “retro” è disponibile un parabrezza per  vento e pioggia, silenzioso ed in armonia estetica con il modello.

L’immatricolazione di uno scooter elettrico segue lo stesso iter di un normale scooter 50cc a benzina, così come per assicurazione e bollo, e può essere guidato da chiunque sia in possesso di una patente di guida per auto o moto, o dai 14 anni in su previo ottenimento del CIG (Certificato di Idoneità alla Guida del Ciclomotore).

Secondo i dati ANCMA, la tedesca Etropolis, partner europea e distributore di MTL, ha fatto meglio di tutti in Italia quest’anno, superando per prima la soglia delle tre cifre nelle immatricolazioni di scooter elettrici. Si tratta di 125 mezzi (dati aggiornati ad ottobre 2011) regolarmente targati e messi su strada. Non sono di certo cifre da capogiro, ma per chi conosce il settore ci sono pochi dubbi, questi dati parlano di un reale interesse da parte degli italiani per un modello di mobilità nuovo, ancora da scoprire. Ciò vale per il comparto 50 cc (equivalente dei 2000 W nell’elettrico), ma il primato raggiunto da Etropolis regge il confronto anche per le cilindrate maggiori. I dati ANCMA premiano la strategia commerciale del gruppo Etropolis, con sede italiana in provincia di Treviso, basata sulla convinzione che per avere senso, la mobilità elettrica debba essere credibile e accessibile.

“Credibile per noi significa offrire prodotti di qualità, tanto da aver trasferito parte del nostro staff di tecnici tedeschi direttamente in filiera produttiva, presso MTL, a monitorare l’assemblaggio e la scelta dei fornitori della componentistica” spiega il General Manager italiano Alessandro Delladio. “L’accessibilità dipende invece dal prezzo di vendita al pubblico, bilanciato attentamente in modo da consentire a tutti l’acquisto di un mezzo elettrico, senza perderci il sonno di notte”. Sebbene la strategia dell’offerta ‘entry level’  (qualità e prezzi accessibili) di Etropolis sia stata confermata anche per il 2012, il gruppo ha già in cantiere nuovi modelli, che saranno proposti nel mercato a primavera, in parte realizzati in un nuovo presidio produttivo in Olanda. “Il 2012 sarà l’anno della mobilità elettrica, ne siamo certi” conclude Delladio, “ci siamo fissati l’obbiettivo di consolidare il primato raggiunto quest’anno, e aggiungere una cifra al numero delle immatricolazioni, superando quota 1000”.

E grazie alla collaborazione con l’azienda Tedesca, con il motto “Muoversi Senza Pensieri”, è arrivata anche l’offerta di Enel Green Power. Due modelli di scooter per vivere la città in modo sostenibile senza limiti di circolazione e con un pieno di circa 60 centesimi di euro, il modello Bel-Air dalle linee tradizionali, ideale per la mobilità di tutti i giorni, e lo scooter Retrò Evo, caratterizzato da un design vintage e ricercato. Ricordate di staccare la spina, e buon viaggio ad emissioni zero con gli scooter elettrici e-tropolis.

31 Commenti

  1. Giuseppe 16 maggio 2012 at 09:39 - Reply

    Si cari signori, ma quanto costano? Omissione voluta o …. venuta?

  2. Stefano Caproni 16 maggio 2012 at 14:07 - Reply

    Ciao Giuseppe,
    il costo a listino degli scooter è di circa 2.500 euro. Con uno scooter 50cc a 100km al giorno spendi circa 2.000 euro di benzina all’anno, con l’elettrico spendi circa 200 euro con emissioni zero. Non siamo obbligati ad usare tecnologie alternative che rispettano l’ambiente, ma non è nemmeno obbligatorio cercare il marcio anche dove non c’è 🙂

  3. gaetano 14 giugno 2012 at 11:24 - Reply

    domanda:
    1la batteria dopo quando si cambia e quanto costa?
    2abito in collina quindi: salite e discese,
    diminuisce l’autonomia?
    3 porta ilpeso del secondopasseggero come un 50 tradizionale anche in salita?

    • Stefano Caproni 14 giugno 2012 at 19:03 - Reply

      Ciao Gaetano, il modello di punta ha una batteria dichiarata con un ciclo di 900 cariche/scariche, non ho idea di quanto possa costare il pacco batterie, l’autonomia diminuisce di sicuro con frequenti salite. Però io mi sono fatto inviare tutti i dati per scrivere il mio articolo, per domande più tecniche credo che sia meglio tu ti rivolga direttamente al produttore (etropolis).

  4. vasquez franco 12 agosto 2012 at 18:26 - Reply

    comprato un veicolo elettrico e-tropolis nella mia citta’ siracusa, circa 20 giorni fa’ mi accorgo che il veicolo è difettato, in particolar modo ha un andamento a scatti, portato all’assistenza non hanno saputo trovare il difetto. ho chiesto la sostituzione del veicolo.

    • Stefano Caproni 12 agosto 2012 at 20:52 - Reply

      Ciao Franco, sono cose che possono succedere, l’importante è che risolvano. Tienimi informato per favore 😉
      Anzi, appena te lo cambiano (spero che lo facciano) fammi sapere come ti trovi e se le prestazioni sono quelle indicate 😉

  5. Perillo Gabriele 4 settembre 2012 at 16:36 - Reply

    Gentile Stefano Caproni,
    Ho comprato da circa cinque mesi uno scooter Etropolis retrò e sin dal primo giorno ho riscontrato molti problemi di rottura pezzi, tipo, la staffa del fanale anteriore, manopola acceleratore, termico bruciato, sin ultimo, rumore metallico proveniente dalla ruota posteriore, che inseme ad un tecnico per l’assistenza mandato da loro ho sostituito, ma dopo una settimana il problema della ruota posteriore è ricomparso. Ora purtroppo mi sono rivolto ad un legale per la sostituzione del mezzo; chiedo da cosa è dovuto l’ultimo problema e soprattutto se altri acquirenti di questo mezzo hanno avuto stessi miei problemi.
    Grazie per la gentile collaborazione.
    Perillo Gabriele

    • Stefano Caproni 4 settembre 2012 at 22:51 - Reply

      Ciao Gabriele, come potrai immaginare io ho solo parlato e presentato il prodotto in quanto il mio sito parla di queste cose. Del perché si sia rotto non ne ho ovviamente la minima idea. In ogni caso hai fatto bene a parlarne così vediamo se ci sono altri che hanno avuto problemi e come li hanno risolti.

  6. sandro74 10 ottobre 2012 at 15:03 - Reply

    Io ne ho uno dell’ etropolis dall’ anno scorso e mai dato problemi, anzi quest’ estate ho fatto la bellezza di 70 km e sto risparmiando un sacco di soldini .

    • Stefano Caproni 10 ottobre 2012 at 15:23 - Reply

      Ottimo, purtroppo capitano casi negativi, una sola opinione non fa testo nel bene e nel male.
      Ma mi fa molto piacere leggere che qualcuno è sodisfatto. Giusto perchè ci tengo che questo tipo di mobilità si diffonda (non vendo scooter elettrici) 🙂

  7. marco 17 gennaio 2014 at 17:15 - Reply

    ho comprato a la spezia lo scooter e-tropolis futura l’anno scorso in primavera, e dopo 4 mesi si è bruciato il carica batterie ( e può succedere), subito dopo le batterie mi hanno lasciato (meno male che dovevano durare 450 cicli almeno).
    Sono andato in concessionaria perchè pensavo che ci fosse una specie di garanzia ma fino ad oggi non c’è stata nessuna risposta. Forse le batterie erano vecchie,chissà quanti anni che stava in concessionaria …… in ogni caso sono deluso, e ho deciso che ripasso alla benzina l’ecologico può andarsi a far friggere non ne voglio più sapere. Questo era il primo e ultimo mezzo a batterie che compro.

    • Stefano Caproni 17 gennaio 2014 at 18:58 - Reply

      Ciao Marco.
      Anche io sarei incazzato, non è un buon biglietto da visita per chi vuole tentare il grande salto all’elettrico.
      In questi primi anni in cui si sta anche un po sperimentando, almeno un po di cortesia e garanzie nei confronti dei clienti non guasterebbe.
      Per contro ho sentito di persone che si sono trovate molto bene. La rottura di un componente ci può stare, ma ci deve essere la corretta assistenza.

  8. carlo 24 settembre 2014 at 12:16 - Reply

    A prescindere che ho acquistato uno scooter etropolis bel air e misono trovato nza bene.
    Nota dolente ….. assistenza post vendita
    Mi si è bruciato il caricabatterie e per contattare etropolis italia ho provato con più mail
    Il tutto ancora senza risposte.
    Dopo aver insistito riesco ad avere un contatto telefonico
    E la persona che mi trovo di fronte mi rispondeva vagamente quasi a farmi un piacere.
    La domanda è dopo aver speso 2500 euro può
    Uno inabbissarsi in una laguna con sabbie mobili?
    Ho deciso di comprare il caricabatterie
    Sapete la novità pagamento anticipat0 250 euro un caricabatterie non vi sembra una rapina?
    Dopo aver pagato da circa una settimana del caricabatterie nemmeno l’ombra.
    Che dire :
    Delusione totale motorino fermo soldi buttati.
    Assistenza inesistente poi vogliamo parlare dei cinesi. Ma penso che stiamo peggio.
    Etropolis datti da fare cerca di tutelare chi compra.
    Carlo

    • Stefano Caproni 24 settembre 2014 at 12:42 - Reply

      Beh……..se vogliamo incentivare l’utilizzo di questi mezzi elettrici direi che non è il modo corretto per farlo, visto quanto scrivi sul servizio post vendita.

  9. vasquez franco 24 settembre 2014 at 13:06 - Reply

    lo scooter e-tropolis non lo hanno cambiato, sono stato costretto a comprarlo lasciando quello difettato con uno nuovo, purtroppo quello nuovo aveva anche lui dei difetti, non andava affatto bene, fino a quando il motorino si è letteralmente distrutto lasciandomi a piedi, portato in concessionaria mi dicevano che il motore era stato manomesso. Possibile che e-tropolis non sa assemblare una batteria con un motorino??? la delusione è stata tanta per cui dico, mai piu’ e-tropolis!!!

  10. vasquez franco 24 settembre 2014 at 13:17 - Reply

    di e-tropolis non c’è di che fidarsi, io come dicevo in un altro post ho comprato due motorini elettrici tutti e due difettati, portati dal concessionario non sapevano dove mettere le mani per cui sono stato costretto a lasciarlo e comprare uno scooter a scoppio, e ho perso circa 4000 euro. Poi su internet ho visto uno scooter cinese e l’ho comprato, ha cinque anni che lo uso senza che mi ha dato nessun problema. Che dire??? e-tropolis vai a scuola dai cinesi e poi puoi vendere i tuoi scooter elettrici.

  11. vasquez franco 24 settembre 2014 at 13:19 - Reply

    sconsiglio a tutti di comprare scooter e-tropolis hanno molti difetti strutturali e si guastano con estrema facilita’, comprate quelli cinesi vanno alla grande.

  12. Francesco 9 ottobre 2014 at 18:40 - Reply

    Salve, ho uno scooter Etropolis da circa un anno e devo dire che sono molto soddisfatto. Unico difetto la manopola dell’acceleratore che su strada si è sfilata da sola facendomi uscire fuori strada, per fortuna senza conseguenze. Il centro di assistenza, contattato mi ha sostituito la manopola con una nuova e con caratteristiche migliori. Che dire, ho fatto 2000 km e tutto procede liscio, certo 45 km con una carica si fanno, oltre è meglio non andare. Con 2 batterie tutto sarebbe diverso..vedremo se pensano una modifica del genere come stanno facendo in tanti ormai.

    • Stefano Caproni 9 ottobre 2014 at 18:45 - Reply

      Vedo che ci sono pareri contrastanti, chi è contento e chi invece si è trovato malissimo

  13. vasquez franco 9 ottobre 2014 at 18:54 - Reply

    ripeto mai piu’ scooter etropolis, non sanno assemblare un motorino con una batteria, la serieta’ della casa era di sostituirmi il mezzo difettato con uno nuovo, ho perso tanti soldi, la delusione è stata tanta, per cui sconsiglio vivamente a tutti scooter e-tropolis, sul mercato ce ne sono tanti e migliori.

  14. vito citarda 17 ottobre 2014 at 21:13 - Reply

    Per l etropolis miami bisogna pagare assicurazione e se si di quanto?

    • Stefano Caproni 18 ottobre 2014 at 16:02 - Reply

      L’assicurazione si paga come se fosse un 50cc a scoppio.
      Quanto costa bisogna che lo chiedi alla tua compagnia, ma credo sia simile a quaella di un 50cc a scoppio

  15. jonata 6 giugno 2015 at 12:09 - Reply

    Io ho avuto lo stesso problema di Francesco mi si è tolta la manopola del acceleratore è andata bene che non mi sono fatto male in più si sono tolti anche i fili che portano corrente alla manopola vorrei sapere se è capitato altri questo difetto, mi hanno detto che me la cambiano speriamo bene.

  16. vasquez franco 6 giugno 2015 at 19:15 - Reply

    non comprate scooter etropolis fanno proprio schifo, io ne ho comprati due tutti e due difettosi, l’ho portato all’assistenza non ne hanno capito un tubo, ora ho un motorino cinese elettrico, che da 5 anni non mi ha dato nessun problema, possibile che etropolis non sappia assemblare una batteria con un motore elettrico? quindi dico a questi signori di andare a scuola dai cinesi prima di costruire scooter elettrici e venderli

  17. Francesxo 27 giugno 2015 at 18:00 - Reply

    Per il momento ho fatto solo 2500 km e già due caricabatterie sono fuori uso…è vero costa poco la carica ma si spende di più a pezzi di ricambio e poi della durata della batteria ne vogliamo parlare? siamo appena a 35 km di autonomia…Etropolis da evitare!!

  18. Francesco65 10 novembre 2015 at 00:59 - Reply

    Io riparo scooter elettrici da 8 anni.
    Vasquez, I scooter della Etropolis sono cinesi assemblati dalla MTL.
    Ora alcuni consigli perchè personalmente promuovo i veicoli elettrici (tutti) essendo 4 volte più effieicnti di quelli con motore IC e perchè soffro di asma da PM2 e PM10 e … odio le Harley senza silenziatore.
    1-Collegare il caricabatterie prima alla rete ed accenderlo, Poi collegarlo al mezzo.
    2-Quando il mezzo è fermo in garage, lasciarlo sempre collegato in carica (non consuma, si ferma da solo quando raggiunta la tensione di carica). Sopratutto per batterie al piombo, si evita la solfatazione degli elettrodi.
    3-Evitate di saltare sui dissuasori (passaggi pedinali e simili) a tutta velocità, le motoruote di piccolo diametro hanno dei sensori di hall che si possono danneggiare. Poi si formano guasti a catena.
    4-Ogni mese spruzzate dello spray antiossidante sula spina di carica.
    5-Non coprite in modo lo scooter con teli impermeabili. Si forma condensa quindi le parti si ossidano, Il peggior nemico delle cose elettriche è l’ossido.
    6-Fate un tagliando allo scooter ogni 2000Km, da un elettrauto.
    Poi consenitememelo… se non capite un tubo di elettricità, non usate veicoli elettrici.
    Io, per esempio, non capisco un tubo di cucina, e lascio agli esperti il divertimento.

  19. Marco 13 dicembre 2015 at 09:58 - Reply

    Ho comprato uno scooter elettrico Etropolis a La Spezia dopo qualche mese si e rotto il carica batterie e in cocomitanza le batterie sono andate. L’assistenza zero assuloto , lo scooter lo usato solo un paio di mesi d’estate ed ora saranno tre anni che è fermo a prendere polvere in cantina. Ma che cazzo di batterie montano questi scooter, il carica batteria bo mai piu visto. Basta non ckmpro più un mezzo ecologico manco se me lo regalano .

  20. jonata 19 febbraio 2017 at 19:50 - Reply

    io ho comprato un scooter Etropolis 2 anni fa pieno di difetti dopo un pò si è rotta la manopola del acceleratore ora si è rotto il carica batterie il costo 250 euro questi sono matti mai più.

  21. Mario g. 23 febbraio 2017 at 20:50 - Reply

    Io ho comprato un scooter e-tropolis bel air a luglio 2016 .ho fatto 3000 km e le batterie sono da cambiare adesso.Inoltre ha un difetto alla centralina nel senso che spesso non da il consenso al motore di avviarsi e mi lascia a piedi. Poi riparte dopo in po’ e il venditore che tenta di fare assistenta con scarsi risultati non riesce ad eliminare il guasto.
    Sono davvero scontento

  22. vincenzo 24 giugno 2017 at 18:41 - Reply

    ho uno scooter etropolis del 2015.si è verificato un problema,luci-frecce e claxon contemporaneamente hanno smesso di funzionare.non riesco a trovare nessuna scheda tecnica che parli di come risolvere il problema e ne quale sia la causa.qualcuno può aiutarmi?

    • Stefano Caproni 11 luglio 2017 at 12:32 - Reply

      Ciao Vincenzo.
      Non ne ho idea, io ho solo scritto un articolo sul mio blog.
      Contatta il produttore

Scrivi un commento