Semplificazioni per impianti di micro cogenerazione ad alto rendimento

E stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 14 del 18 gennaio 2012, il decreto 27 ottobre 2011 avente ad oggetto: “Semplificazioni per impianti di micro cogenerazione ad alto rendimento”. Il decreto entra in vigore il primo giorno del mese successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, quindi il 1 febbraio 2012.

 

Il  decreto si applica alle officine elettriche azionate con gas naturale, con gasolio ovvero con gas di petrolio liquefatti (G.P.L.). In particolare gli articoli del Decreto sono i seguenti:

 

– Denuncia di attivazione di officina di microcogenerazione

– Accertamento e liquidazione dell’accisa sull’energia elettrica prodotta da officine di microcogenerazione non dotate di contatori elettrici.

– Accertamento e liquidazione dell’accisa sull’energia elettrica prodotta da officine di microcogenerazione dotate di contatori elettrici.

– Accertamento e liquidazione dell’accisa sui combustibili impiegati da officine di microcogenerazione

 

 

 

2 Commenti

  1. Mario 3 ottobre 2012 at 10:43 - Reply

    Ciao ! Ho una domanda: ci sono semplificazioni sulla CEI 0-21 per impianti di microcogenerazione ad alto rendimento minori o uguali a 6 kW o dobbiamo comportarci come se fossero impianti fotovoltaici ?
    Grazie mille !

    • Stefano Caproni 3 ottobre 2012 at 11:52 - Reply

      Ciao Mario, la regola di connessione è identica e vale per tutti, anzi i generatori rotanti di solito hanno problemi maggiori ma soprattutto per quanto riguarda avviamento e sincronizzazione (quindi presumo riguardi i dispositivi già presenti nei circuiti della macchima). Per il resto direi che non ci sono molte differenza riguardo la connessione alla rete (interfacce e modalità di connessione) rispetto al fotovoltaico.

Scrivi un commento