Fotovoltaico: si aggiorna alla versione PV-Xcel 5.0 il foglio Excel per simulare l’investimento

FOGLIO DI CALCOLO AGGIORNATO ALLA VERSIONE 9.0, CLICCA QUA

Il foglio di calcolo si aggiorna alla versione 5.0 aggiungendo nuove funzionalità. Rispetto alla prima emissione 4.0 sono state apportate modifiche  relative ai regimi fiscali aggiungendo la possibilita di eliminare l’ammortamento per Aziende Agricole, sono state implementate le tariffe medie per pergole, serre tettoie e pensiline, oltre a quelle per gli impianti del titolo III, sono stati aggiunti gli oneri (indicativi) per l’allacciamento Enel calcolati in automatico, ma soprattutto la possibilità di calcolare dopo il 20 anno i ricavi da vendita o da scambio sul posto, oppure di fare la simulazione senza tariffa incentivante e conto energia ma solo con lo scambio sul posto. La versione 5.0 dovrebbe aver corretto la maggior parte di bug e degli errori nelle formule ed in particolare:

– corretto un bug (tariffe sbagliate con potenza = 20kW)
– corretto un bug (ricavi autoconsumo andavano in negativo, grazie Matteo)
– corretti errori nelle formule
– corretto il calcolo dell’imponibile
– corretto BUG (anche senza incentivi erano inseriti gli oneri GSE)
– sistemati calcoli scambio sul posto e liquidazione eccedenze
– corretto un bug che calcolava scambio e cessione anche in conto energia

Ribadiamo che non siamo una software house, e che si tratta solo di un file da utilizzare a titolo indicativo, il file è personalizzabile, è stato protetto in modo da non “scombinare” le formule ma senza password, quindi potete in qualsiasi momento sbloccarlo, modificarlo e personalizzarlo a vostro piacimento.Verificate sempre dopo le simulazioni che non vi siano macroerrori in quanto ci possono essere formule errate, nel caso vi preghiamo di segnalarcele (ad esempio se per un impianto vi capita un ammortamento oltre i 20 anni oppure di 3 anni o ci sono errori macroscopici nel calcolo delle tasse, è evidente che ci può essere un errore).

Il foglio si è aggiornato alla versione 8.0 (clicca qua)

Scarica qua il foglio Excel versione 5.0
Scarica qua il foglio Excel versione 5.1
– corretto un errore scambio sul posto con autoconsumo 100% (grazie Pietro)
Scarica qua il foglio Excel versione 5.2
– corretto un errore autoconsumo dopo i 20 anni  (rigrazie Pietro)
– inserita possibilità di limitare gli anni per gli altri oneri
Scarica qua il foglio Excel versione 5.3
– sistemato risparmio bolletta (non aumentava negli anni se indicato un aumento costo energia)
Scarica qua il foglio Excel versione 5.4
– sistemato un errore nel calcolo dei costi di connessione (grazie Giovanni)
Scarica qua il foglio Excel versione 5.5
– sistemato un errore,  il foglio non calcolava aumento annuo consumi (grazie Dino)

Aggiornamento alla versione 7.0 (clicca qua)

69 Commenti

  1. Luca 25 luglio 2012 at 10:59 - Reply

    Ok perfetto, grazie per la celerità, il suo file mi è di grande aiuto.

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 11:15 - Reply

      Di nulla, dammi pure del TU Luca.

      • Maurizio 6 marzo 2013 at 00:03 - Reply

        Scusa per il disturbo Stefano.
        Stavo utilizzando il tuo file excel per verificare la convenienza nell’installare un pannelo col conto energia V/scambio sul posto.

        Ho appena iniziato a guardare il file ma non capisco come mai le imposte sulla energia venduta al GSE vengono assegnate ai vari scaglioni sul reddito. Non dovrebbero semplicemente essere tassate all’aliquota marginale del contribuente, indipendentemente da quello che è il loro ammontare assoluto?

        I.e. se i ricavi da vendita sono minori di 20,000€ ma chi installa il pannello ha un reddito superiore a, ad esempio, 200,000€, i ricavi non dovrebbero essere tassati al 43%?

        Grazie mille,
        Maurizio

        • Stefano Caproni 6 marzo 2013 at 00:16 - Reply

          Ciao Maurizio, quello che scrivi è esatto.
          Ma il mio file excel tiene conto del solo fotovoltaico in quanto non possiamo chiedere la dichiarazione dei redditi ai clienti.
          Tutti i programmi funzionano così.
          Se il cliente vuole inserire il reddito da fotovoltaico nel bilancio economico dell’azienda lo fara in autonomia. Non siamo commercialisti ma progettisti o installatori di impianti fotovoltaici.

  2. Alessio Bosi 25 luglio 2012 at 15:01 - Reply

    Ciao Stefano,
    una domanda: devo fare una simulazione per un condominio che deve sostituire l’amianto, sul cui tetto andrebbero circa 20 KWp di impianto fv integrato, con orientamento SUD e OVEST (una falda a Sud, una ad Ovest); ho inserito i dati sul foglio Excel e mi viene un ammortamento di circa 6 anni (molto buono); secondo te quanto potrebbe incidere indicativamente la spesa per l’inverter o gli inverter con DPI aggiornati alla CEI-021?

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 15:12 - Reply

      Molti produttori (quasi tutti) o vendono inverter già conformi (costano poco più degli altri) oppure aggiornano i vecchi inverter “aggiornabili” tramite procedure semplici che fa anche l’installatore coasto zero. Rispetto ad un impianto “pre” 1 luglio cambia il costo dell’interfaccia. Interfaccia circa 800 euro, due inverter da 10kW (ti dico questo perchè ho un offerta per due inverter da 10kW) 1.700 + 1.700 = 3.400, se ne compri uno da 20kW magari spenderai qualcosa in meno.
      Tra inverter e interfaccia direi sui 3.500 di solo costo 😉

  3. Alessio Bosi 25 luglio 2012 at 15:15 - Reply

    ti ringrazio per le risposte sempre puntuali…e per la pazienza! 🙂

  4. piero 25 luglio 2012 at 16:28 - Reply

    Sto provando il simulatore mi sembra veramnete interessante. Complimneti. Ti chiedo una cosa, ho visto che c’è una voce aumenti consumi annuni energia a cosa si riferisce?

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 17:33 - Reply

      Ciao piero, si riferisce al fatto che storicamente i consumi delle famiglie e delle ziende aziende aumentano (vedi benessere nelle famiglie e crescita nelle aziende). Anche s evista la situazione economica del paese secondo me i consumi caleranno invece che crescere 😉

  5. Stefano Santoro 25 luglio 2012 at 16:29 - Reply

    ciao stefano, c’è un modo per leggere tutte le risposte dei giorni precedenti?

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 17:34 - Reply

      Ciao Piero, non lo so.
      Io un po ci capisco di Fotovoltaico, ma di come funziona il portale………non ne ho idea, chiedo al programmatore del portale 😉
      Ho fatto comunque inserire l’opzione per la notifica via mail dei nuovi commenti. Dvrebbe esserci.

  6. Stefano Santoro 25 luglio 2012 at 16:36 - Reply

    Si può aggiungere anche l’incentivo che prende l’impianto considerato prodotto innovativo?

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 17:35 - Reply

      Si, tra le opzioni c’è anche impianto innovativo (oltre a pergole, serre, tettoie, pensiline) 😉

  7. Stefano Santoro 25 luglio 2012 at 17:39 - Reply

    ti chiedevo delle risposte precedenti perchè non sono riusito a visualizzare se mi hai risposto a quei 5 centesimi che pare il GSE tolga retroattivamente ai vecchi impianti.
    PS la notifica l’ho attivata ma non ha funzionato
    Grazie.

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 17:47 - Reply

      Ciao Stefano, secondo me hai sbagliato ad inserire la mail (c’è scritto “gimail”).
      Qualcuno mi dice se funziona la notifica delle mail ?

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 17:48 - Reply

      Comunque ti avevo risposto mi pare alla questione di 5 centesimi. Non ricordo in che articolo me lo avevi chiesto.

  8. pietro 25 luglio 2012 at 17:50 - Reply

    Grazie della risposta, quindi li metto costanti. Un’altra cosa ti chiedo nel mio caso io ho azienda che consumerà tutta l’energia che l’impinato produce, avendo consumi costanti durante tutto l’anno festivi compresi e di molto superiori alla produzione dell’impianto, visto che negli anni l’impianto produce sempre meno perchè la tariffa premio autoconsumo è costante? Non dovrebbe essere calcolata nell’energia che autoconsumo e nel mio caso visto che l’autoconsumo diminuiscecome l’energia prodotta dovrebbe calare giusto? Scusa se mi sono dilungato così tanto e grazie per le info che mi vorai dare

  9. Stefano Santoro 25 luglio 2012 at 17:52 - Reply

    non secondo te, HO proprio sbagliatoooo!!!
    Comunque ti ricordi se effettivamente c’è un DL che confermi questa voce? Grazie

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 18:46 - Reply

      Ho chiesto in giro e nessuno ne sa nulla 😉

  10. Pietro 25 luglio 2012 at 18:56 - Reply

    Funziona tutto bene. Sei una risorsa 🙂

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 18:58 - Reply

      Ottimo 😉 In questo caso siete voi la risorsa, i programmi li fa uno solo, ma poi sono gli utenti che li migliorano, provandoli 😉
      Anzi ti ho ringraziato nell’articolo 😉

  11. Pietro 25 luglio 2012 at 19:11 - Reply

    Scusa se ti rompo ancora, va tutto bene tranne che per il fato che dopo i 20 anni il risparmio in bolletta lo mette sulla riga liquidazioni eccedenze scambio sul posto. Altra considerazione sarebbe possibile limitare il periodo dell’assicurazione ai 20 anni dove c’è il rapporto con il GSE e non ai 25 durata effettiva impianto?

  12. Pietro 25 luglio 2012 at 20:43 - Reply

    Si sei bravino con excel complimenti, ho solo spero un ultimo dubbio 🙂 spese gestione GSE compare anche negli anni dopo il ventesimo è giusto?

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 21:12 - Reply

      No è sbagliato. Domani correggo 😉
      Grazie

  13. pietro 25 luglio 2012 at 21:22 - Reply

    A che cosa si riferiscono queste spese?

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 21:28 - Reply

      Sono spese che ha introdotto il Quinto Conto Energia a favore del GSE. Sono spese di istruttoria e si calcolano una volta sui kW prodotti e spese di gestione pratiche che vengono calcolate sui kWh prodotti per 20 anni 😉

  14. Stefano Santoro 25 luglio 2012 at 21:25 - Reply

    Ciao Pietro, si è vero che le spese di gestione del GSE sono calcolate anche oltre i 20 anni. Per ovviare al problema è sufficiente che nelle caselle arancioni “spese gestione GSE” dal 21° anno in poi si digiti manualmente 0 (zero). Una volta che salvi la modifica vedrai che se cambi il valore nella casella gialla “spese gestione GSE” questo si ripercuote solo per i 20 anni.

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 21:30 - Reply

      Grazie Stefano, e grazie a chiunque mi dia una mano 😉

  15. Stefano Santoro 25 luglio 2012 at 21:44 - Reply

    Stefano, in relazione ai 5 centesimi di decurtazione retroattiva ho trovato questo per ora: http://qualenergia.it/articoli/20120706-quinto-conto-energia-fotovoltaico-le-novit%C3%A0-del-testo-definitivo
    Redazione Qualenergia.it
    06 luglio 2012
    “Imposta infine l’introduzione – di fatto retroattiva perché riguardante anche tutti i gestori di impianti incentivati con uno dei primi quattro Conti Energia – del contributo «a copertura degli oneri di gestione, verifica e controllo in capo al GSE»: a partire dal 1° gennaio del 2013, il GSE tratterrà 0,05 centesimi di euro per ogni chilowattora di energia autoprodotta e incentivata. Per i nuovi impianti incentivati ai sensi del quinto Conto Energia, invece, andranno versati 3 euro per chilowatt di potenza per i sistemi fino a 20 chilowatt e 2 euro per quelli maggiori.”

    • Stefano Caproni 25 luglio 2012 at 21:58 - Reply

      Ottimo Stefano, questa la sapevo. Sono infatti gli oneri GSE che infatti sono inseriti nel mio foglio di calcolo. Ma non è una decurtazione di incentivi. Sono oneri di gestione che dal quinto conto pagheranno anche gli altri conti energia, ma retroattivi in quel senso. Non è che si pagherà anche per gli anni prima del 2012. Diciamo che è una nuova tassa 😉 In ogni caso si tratta di 0,05 centesimi, quindi 0,5 millesimi di euro 😉

  16. Pietro 25 luglio 2012 at 23:51 - Reply

    Se posso permettermi un suggerimento. Nel tempo l’impianto produce meno a parità di costo dell’energia calerebbe anche il mio risparmio nel mancato acquisto dell’energia stessa, in realtà anche se autoconsumo meno energia perchè ne ho prodotta meno dovrei avere un maggior risparmio perchè il costo dell’energia è destinato ad aumentare e non a diminuire. Sarebbe forse il caso di mettere una formula che implementi il costo dell’energia.

    • Stefano Caproni 26 luglio 2012 at 08:52 - Reply

      Certo che puoi permetterti, la formula c’è già, nelal riga 44 del foglio Excel. Infatti se ci guardi il risparmio in bolletta aumenta.

  17. Pietro 26 luglio 2012 at 09:49 - Reply

    Si ma come è impostato rimane costante negli anni, invece al diminuire della produzione vorrei che aumentasse il guadagno da risparmio del’energia non acquistata perchè il costo del’energia è aumentato

  18. carlo 26 luglio 2012 at 09:51 - Reply

    scusa stefano ma a me la riga del risparmio rimane costante al partire dal 2° anno in poi ma non dovrebbe esserci un aumento pari alla percentuale che è indicata nella cella c49 (aumento costo energia)
    é un problema mio?
    Grazie

  19. Pietro 26 luglio 2012 at 13:36 - Reply

    Mi pare funzioni tutto complimenti davvero bravo

    • Stefano Caproni 26 luglio 2012 at 14:21 - Reply

      Grazie Pietro, se c’è altro avvertitemi 😉

  20. Stefano Santoro 26 luglio 2012 at 17:33 - Reply

    Stefano, ho notato che nelle varie versioni succedute il valore in € delle spese gestione GSE sono variate di volta in volta €5/ €4/ €2…..
    é quindi un dato ipotetico o è reale?
    Grazie

    • Stefano Caproni 26 luglio 2012 at 17:37 - Reply

      Il dato è reale e calcolato. 3 €/kW sino a 20kW e 2 €/kW oltre i 20kW.
      L vedi diverso perchè quando correggo il foglio excel faccio delle prove per verificare se le formule funzionano, magari una volta faccio una prova con 6kW un’altra con 10kW e così via. Poi lo pubblico così com’è, per quello cambia 😉

  21. Stefano Santoro 27 luglio 2012 at 19:19 - Reply

    ciao Stefano, volevo chiederti ma lo stanziamento del nuovo V CE a quanto ammonta? a 6.7 miliardi o a soli 700 milioni?

    • Stefano Caproni 27 luglio 2012 at 19:24 - Reply

      Ciao Stefano. Magari 6 miliardi, per il Quinto Conto sono a disposizione 700 milioni, ma sono già meno, perchè intanto il Quarto Conto continua e il tetto annuo di incentivi aumenta, e quindi la disponibilità per il Quinto Conto Cala. Al momento siamo arrivati a 6 miliardi e 86 milioni di euro, cui si devono sommare circa 20 milioni di impianti nel registro del quarto conto.
      In breve al momento sono disponibili 600 milioni. Al raggiungimento dei 6 miliardi e 700 milioni il Quinto Conto finisce, così come finisce la storia degli incentivi al fotovoltaico in Italia. Dopo scambio sul posto o vendita e autoconsumo con risparmio in bolletta.

  22. Stefano Santoro 29 luglio 2012 at 08:32 - Reply

    Ciao Stefano, ma la versione 5.3 è definitiva definitiva? O c’è stata la resa incondizionata? :-)))

    • Stefano Caproni 29 luglio 2012 at 17:29 - Reply

      Ciao Stefano 😉
      Resa no, ma visto che sembra funzionare discretamente, e nessuno ha più segnalato anomalie, mi riposo un po. Anche perchè se andiamo avanti di questo passo il Quinto Conto Energia dura talmente poco che non ha senso implementare il foglio Excel 😉

  23. Giovanni 29 luglio 2012 at 20:11 - Reply

    Ciao Stefano,
    ti volevo far notare che alla riga 42 A) Oneri Enel allacciamento (stima) hai messo 120€ ovviamente senza aumento di potenza, ma solitamente sono 121€ per la richiesta di connessione + 121€ per l’accettazione del preventivo salvo aumento di potenza contrattuale

    • Stefano Caproni 29 luglio 2012 at 20:37 - Reply

      Ciao Giovanni, hai ragione.
      Quale occasione migliore per sistemare e far uscire la revisione 5.4 ?
      Grazie provvedo subito 😉

  24. Dino Campo 30 luglio 2012 at 09:49 - Reply

    Salve a tutti, in modo particolare al moderatore Stefano Caproni.
    Sto usando la v. 5.3 del programma. Veramente ben fatto.
    Solo che credo ci sia un errore alla cella D41 relativa a “Aumento anno consumi energia”; infatti qualunque valore inserisco nulla cambia nella parte tecnica od economica. Qualcosa, però, dovrebbe cambiare perchè l’aumento dei consumi energetici dovrebbe avere una qualche refluenza nelle celle da F57 ad AD57 (Autoconsumo).
    Ringrazio per l’attenzione.
    Dino Campo

    • Stefano Caproni 30 luglio 2012 at 11:37 - Reply

      Ciao Dino, vero.
      Ho sistemato l’errore, vedi se è OK 😉
      Versione 5.5
      Grazie

  25. Marco 30 luglio 2012 at 13:01 - Reply

    ciao, grazie ancora per lo schema, ne avresti uno anche per l’eolico?

    • Stefano Caproni 30 luglio 2012 at 13:04 - Reply

      Marco mi spiace, ma non so nemmeno come viene incentivato l’eolico. Non me ne sono mai occupato. In ogni caso il file non è protetto, potete usarlo come base per fare le vostre modifiche 😉

  26. Dino Campo 30 luglio 2012 at 16:21 - Reply

    Grazie Stefano.
    Ho verificato che hai corretto in tempo record l’errore sull’autoconsumo nella v 5.3.
    Mi pare ok.
    Se riscontro qualche altra incongruenza ti avverto.
    Considerazione: questo semplice file sta diventando più interessante da utilizzare di SIMULARE dell’ing. Caffarelli.
    Complimenti.

    • Stefano Caproni 30 luglio 2012 at 16:27 - Reply

      Grazie Dino, non conoscevo il file Simulare, ma ti ringrazio per l’apprezzamento 😉 In ogni caso tannto di cappello a chi fa qualcosa per dare una mano, che sia Caproni o che sia l’Ing. Caffarelli 😉

  27. Stefano Santoro 30 luglio 2012 at 21:11 - Reply

    Ciao Stefano, volevo chiederti spiegazione x quanto riguarda la voce “risparmio in bolletta”. Equivale al mancato acquisto? Quanti centesimi/Kwh hai calcolato? Mi sembra meno di 10 se non sbaglio

  28. Stefano Santoro 30 luglio 2012 at 21:13 - Reply

    Come faccio a cambiare il valore dei centesimi?

    • Stefano Caproni 4 agosto 2012 at 10:01 - Reply

      Non ho capito cosa intendi per cambiare il valore dei centesimi

  29. Stefano Santoro 30 luglio 2012 at 21:30 - Reply

    Il “risparmio in bolletta” non dovrebbe essere pari a il costo 0.18 per i Kwh di autoconsumo? Se è così credo che c’è qualcosa che non mi torna. Perchè se moltiplico con la calcolatrice 0.18 x l’autoconsumo mi da esattamente il doppio di quello che è il valore nel foglio Ex alla voce “risparmio in bolletta”.

    • Stefano Caproni 4 agosto 2012 at 10:03 - Reply

      Non so Stefano, a me risulta che il calcolo sia corretto, ovvero se moltiplichi l’autoconsumo per 0,18 il valore del risparmio in bolletta è corretto.

  30. Stefano Santoro 30 luglio 2012 at 21:40 - Reply

    Stefano è normale che, se azzero la voce”Ricavi Vendita Energia (€/kWh)” nessun dato sul foglio Ex cambi?

    • Stefano Caproni 4 agosto 2012 at 10:04 - Reply

      Si, non cambia nulla se stai simulando un impianto in conto energia (non c’è vendita) dovrebbe cambiare invece se simuli un impianto NON in conto energia ovvero in vendita.

  31. pietro 4 agosto 2012 at 09:30 - Reply

    Ho provato l’ultima versione ma ho riscontrato un problema che prima non c’era, nell’autocosumo del primo anno mi da un valore non corretto se io metto autoconsumo al 100%. Ho risolto riportando la formula delle versioni precedenti. Ciao

  32. Luigi 24 settembre 2012 at 12:39 - Reply

    Stefano complimenti fatto molto bene.

    Volevo solo chiederti la riga 66 a cosa corrisponde visto che non riesco a capire.

    grazie.

  33. Stefano Caproni 24 ottobre 2012 at 12:27 - Reply

Scrivi un commento