Norvegia: stop alle auto a benzina dal 2015 ? Non è proprio così ma qualcosa si muove

Ha destato molto interesse la proposta del ministo delle finanze Norvegese  Kristin Halvorsen di vietare dal 2015 la vendita di auto a benzina con la convinzione che questo possa portare le case automobilistiche ad essere più malleabili nel tentativo di invogliarle al passaggio verso modelli più ecologici. La proposta – ha detto il ministro – è molto più realistica di quanto si possa pensare, difendendo una proposta che di fatto mira ad proibire la vendita di auto alimentate esclusivamente a combustibili fossili entro 6 anni.

I produttori di automobili stanno subendo gli effetti della crisi finanziaria, e sanno perfettamente che il loro futuro passa anche attraverso proposte più sostenibili. Una delle priorità nel cercare di risolvere la crisi climatica è la ricerca di nuove tecnologie per la mobilità sostenibile, sia per limitare le emissioni, sia per ridurre il parco veicolo funzionanti a combustibili fossili. E’ questo il motivo che ha portato il Ministro a chiedere (durante una mostra a Oslo sulle auto elettriche) un divieto entro il 2015.

Una proposta che prevederebbe il divieto di vendere veicoli nuovi (a partire dal 2015) che non siano completamente o in parte alimentati da combustibili quali energia elettrica, biocarburanti o idrogeno. E’ improbabile che la proposta, osteggiata anche dal primo ministro Jens Stoltenberg, sia realmente attuabile in quei termini, ma in ogni caso nessuno prima, in nessun paese, aveva mai avanzato proposte simili.

Alle critiche di chi associava questa proposta ad una  possibile crisi petrolifera il ministro ha risposto di non credere che il sesto paese al mondo come esportazione di greggio, possa subire danni economici, oltre ad essere consapevole che nei prossimi decenni il mondo sarà dipendente dal petrolio, ma è innegabile che si debba cominciare a pensare a nuove tecnologie sostenibili.

Molti cittadini Norvegesi hanno drizzato le antenne mal interpretando la proposta, che non andrebbe ad intaccare il parco auto già circolante, nè impedirebbe alle auto ibride (ovvero quelle che consumano in parte combustibili fossili) di circolare dopo il 2015, ma impedirebbe solo la vendita di auto a sola propulsione tramite combustibili fossili.

Noi crediamo che finchè ci sarà petrolio da consumare, difficilmente si lascerà spazio a soluzioni del genere, e non sappiamo nemmeno se quella del ministro Norvegese sia una reale intenzione o solo una provocazione. Ma almeno qualcuno ne parla, mentre in Italia ci sono in giro automobili con 20 anni di vita ma chi ha comprato un auto Euro 5 con il FAP deve fare dopo un anno il bollino BLU.

Scrivi un commento