La delibera 79/2015 conferma i premi previsti per l’adeguamento all’Allegato A72

Traliccio-8Abbiamo già parlato dei nuovi adempimenti in vista per gli impianti di generazione distribuita (leggi qua). Al fine di garantire la sicurezza del sistema elettrico nazionale è stata infatti pubblicata la delibera 421/2014 che approva le modifiche all’allegato A72 di Terna del quale avevamo parlato qualche tempo fa, in relazione alla possibilità di distacco degli impianti di produzione da parte del gestore di rete su indicazioni di Terna (leggi qua).

Gli impianti oggetto della delibera, sono gli impianti alimentati da fonte eolica o solare fotovoltaica di potenza maggiore o uguale a 100 kW connessi o da connettere alle reti di media tensione per i quali è stata presentata la richiesta di connessione in data antecedente all’1 gennaio 2013. Tali impianti dovranno adeguarsi alle prescrizioni di cui al Paragrafo 8.8.6.5 e all’Allegato M della Norma CEI 0-16 Edizione III entro il 31 gennaio 2016 oppure entro la data di entrata in esercizio qualora successiva.

La delibera 79/2015, oltre a disposizioni e modifiche che interessano i gestori di rete, ha confermato i premi previsti dalla delibera 421 ovvero:

I produttori che inviano entro il 30 giugno 2015, la comunicazione di avvenuto adeguamento degli impianti di produzione alle prescrizioni richieste e che, se l’impianto di produzione era tenuto alla corresponsione del CTS prima dell’intervento di adeguamento, trasmettono entro la medesima data anche la dichiarazione di adeguatezza di cui all’articolo 40 del TIQE (qualora non già inviata) hanno diritto, con riferimento ai medesimi impianti di produzione, a un premio pari a:

a) 800 euro per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui siano presenti tre o più sistemi di protezione di interfaccia
b) 650 euro per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui siano presenti due sistemi di protezione di interfaccia
c) 500 euro per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui sia presente un solo sistema di protezione di interfaccia

Detto questo siamo tutti in attesa di sapere a chi chiedere le SIM per i modem e come, e di conoscere le modalità di comunicazione al gestore di rete dell’avvenuto adeguamento.

8 Commenti

  1. Alessandro 10 Marzo 2015 at 19:51 - Reply

    Ciao Stefano,
    ho posto la stessa domanda ad ENEL, mi hanno detto che a breve aggiorneranno il loro portale per poter inserire l’adeguamento. Si tratta di capire il loro “breve” quando sarà. In ogni caso saranno direttamente loro a fornire la SIM card e ad installarla. In che modo fare la richiesta, credo lo scopriremo a sempre a “breve”.
    Un saluto, Alessandro

  2. Marino 17 Marzo 2015 at 17:05 - Reply

    Buongiorno, vorrei chiedere un chiarimento: ho un impianto di 109 KW con autoconsumo (credo sia definito da TERNA GDRPRO), ho capito bene che per l’eventuale distacco sarò avvertito dal distributore 7 gg. prima per potere eseguire il distacco manualmente?
    Se è così, devo comunque mettere il modem x il teledistacco?
    Grazie per l’attenzione e saluti.

    • Stefano Caproni 20 Marzo 2015 at 11:51 - Reply

      Per ora Enel/Terna avvertono con metodi tradizionali, PEC, FAX etc.
      Se l’impianto è soggetto ad delibera 421, il modem va installato.

    • vic 1 Aprile 2015 at 23:50 - Reply

      Per Marino, il commento sarebbe tardo..
      comunque i GDPRO previsti dall’attuale A72 riguardano solo impianti: in MT, in regime di Cessione totale, >100 kW.
      Ciao a tutti.

  3. gianfranco 31 Marzo 2015 at 19:07 - Reply

    Buongiorno Stefano,
    mi confermi che un impianto da 130 kW collegato in BT non è soggetto alla delibera 421?

    • Stefano Caproni 31 Marzo 2015 at 19:10 - Reply

      Confermo, solo gli impianti connessi in MT.
      Quelli in BT di nuova realizzazione hanno già il telescatto (P>6kW). Anche se non credo faremo in tempo a vederlo implementato sulle reti Enel prima della pensione 😉

  4. gianfranco 1 Aprile 2015 at 08:52 - Reply

    Grazie. Sempre preciso e disponibile!

  5. Silvia 4 Maggio 2015 at 14:27 - Reply

    Non si sa ancora niente, io vorrei riuscire a fare tutto entro la deadline di fine giugno per avere il bonus. La vedo davvero ardua… voi avete novità? inoltre sarà necessario per forza iscriversi al portale?

Scrivi un commento