Documento AEEG 614/2016: entrata in vigore delle disposizioni previste dalle norme CEI 0-16 e CEI 0-21

energia e futuroCome anticipato nei precedenti articoli, le nuove norme CEI 0-16 e 0-21 (nuova edizione per la norma CEI 0-21 e variante V2 per la norma CEI 0-16) hanno introdotto alcune disposizioni la cui entrata in vigore era demandata ad un successivo provvedimento dell’Autorità per l’Energia. Il documento è ora pronto e disponibile per la consultazione e tutti possono inviare osservazioni e suggerimenti agli indirizzi elencati.

In particolare, oltre alle indicazioni per la connessione dei sistemi plu and play, sono state fornite le scadenze per l’introduzione delle prescrizioni delle EN 50438 (potenza limite ai fini della protezione di interfaccia esterna, applicazione delle regole per utenti attivi anche agli impianti di potenza inferiore a 1 kW, prescrizioni relative agli inverter) e indicazioni più precise sulle scadenze delle prove in campo periodiche per gli impianti esistenti.

INVERTER E INTERFACCE
Il documento prevede che:
– le dichiarazioni di conformità rilasciate dopo l’approvazione della deliberazione dell’Autorità che farà seguito al presente documento per la consultazione attestino la rispondenza a tutte le disposizioni previste dalla nuova edizione della Norma CEI 0-21;
– si debbano obbligatoriamente utilizzare inverter e sistemi di protezione di interfaccia con dichiarazioni di conformità rilasciate ai sensi della nuova edizione della Norma CEI 0-21 nel caso di richieste di connessione presentate, ai sensi del TICA, dall’1 luglio 2017. Pertanto, nel caso di richieste di connessione presentate fino al 30 giugno 2017 potrebbero continuare a essere utilizzati inverter e sistemi di protezione di interfaccia rispondenti ai requisiti della precedente edizione della Norma CEI 0-21.

Quanto sopra ha valore anche per quanto riguarda l’applicazione delle regole per gli utenti attivi per impianti di potenza inferiore a 1kW

VERIFICHE IN CAMPO E PROVE PERIODICHE
Il documento prevede scadenze per le verifiche periodiche degli impianti esistenti (sia in BT CEI 0-21 che in MT CEI 0-16)
……….si ritiene che le prime verifiche con cassetta prova relè sui sistemi di protezione di interfaccia installati presso utenti attivi, successive all’entrata in vigore del provvedimento che farà seguito al presente documento per la consultazione, siano effettuate:
– nel caso di impianti di produzione connessi in media e bassa tensione entrati in esercizio dall’1 agosto 2016, entro 5 anni dalla data di entrata in esercizio;
– nel caso di impianti di produzione connessi in media e bassa tensione entrati in esercizio dall’1 luglio 2012 fino al 31 luglio 2016, entro l’ultima data tra: il 31 marzo 2018 o 5 anni dalla data di entrata in esercizio o 5 anni dalla precedente verifica documentata;
– nel caso di impianti di produzione connessi in media e bassa tensione entrati in esercizio dall’1 gennaio 2010 fino al 30 giugno 2012, entro l’ultima data tra: il 31 dicembre 2017 o 5 anni dalla data di entrata in esercizio o 5 anni dalla precedente verifica documentata;
– nel caso di impianti di produzione connessi in media e bassa tensione entrati in esercizio fino al 31 dicembre 2009, entro l’ultima data tra: il 30 settembre 2017 o 5 anni dalla precedente verifica documentata.

Parleremo degli aspetti legati alle verifiche periodiche in un succesivo approfondimento, in quanto diversamente dalle regole sinora applicate, ora le verifiche saranno prescritte dal distributore con comunicazione al produttore, e l’impianto sarà oggetto di sospensione delle convenzioni in essere (incentivi, RID, SSP, etc) con facoltà del distributore di sospendere anche il servizio di connessione. La documentazione relativa alla verifica periodica dovrà essere inviata al distributore con modalità comunicate dal distributore stesso.

Scrivi un commento