Yamaha Motor Racing, la scuderia più green del Motomondiale con la certificazione ISO 14001

Molte aziende si stanno dando da fare per contribuire alla salvaguardia ambientale e a diminuire i rischi legati alle contaminazioni ambientali, rischi molto alti quando si parla di colossi come Yamaha.  Yamaha Motor Racing in collaborazione con Airbank continua il percorso di miglioramento continuo nel campo della sicurezza ambientale. A due anni dal conferimento della Certificazione ISO 14001, primo team nella storia del Motomondiale ad ottenerlo, la società che gestisce il Team Yamaha Factory Racing ha presentato nella sede di Gerno di Lesmo (MB) i nuovi prodotti di cui si è dotata per aumentare il livello di sostenibilità ambientale e sicurezza delle persone.

Forniti come sempre da Airbank, azienda leader del settore in Italia, permetteranno di evitare la dispersione di liquidi pericolosi nelle vie d’acqua, come nel caso dei copritombini carrabili, lo sversamento di liquidi infiammabili, grazie alle vasche di contenimento con vescica, oppure garantiranno il corretto stoccaggio di oli esausti e la gestione sicura di prodotti corrosivi, con i kit di neutralizzazione di acido solforico. “Yamaha è determinata a migliorare continuamente il proprio ambiente di lavoro in termini di sicurezza e ambiente” ha spiegato Marco Riva, General Manager di Yamaha Motor Racing.

“La sostenibilità è uno dei principi che spinge Yamaha Motor Racing a dotarsi di strumenti e prodotti che permettono di tutelare ed aiutare le nostre persone minimizzando il rischio di infortuni ed eventuali danni ambientali durante le nostre attività in sede e sulle piste del mondiale MotoGP. Abbiamo trovato in Airbank un partner competente che ci aiuta sistematicamente a migliorarci promuovendo la cultura della sicurezza e del rispetto dell’ambiente attraverso il nostro bellissimo sport”.

“Siamo molto felici che la collaborazione continui in modo così soddisfacente” ha dichiarato Gloria Mazzoni, General Manager di Airbank. “Ogni anno che passa l’azienda garantisce un sempre più alto standard di sicurezza sia ambientale che dei lavoratori, a dimostrazione della grande visione di prospettiva di Yamaha Motor Racing. Da parte nostra, metteremo sempre a disposizione il nostro know-how, perchè per l’Ambiente non si fa mai abbastanza”.

Il Yamaha Factory Racing Team di Jorge Lorenzo e Ben Spies è la scuderia più green del Motomondiale. Dal 2010 Yamaha Motor Racing è ufficialmente la prima società nella storia del Motomondiale ad aver ricevuto la certificazione ambientale ISO 14001. L’importante riconoscimento è stato ottenuto grazie alla consulenza e ai prodotti di Airbank, azienda leader in Italia nel settore dell’antinquinamento e della sicurezza ambientale e industriale.

Scrivi un commento