Dettagli su adeguamenti A70

A70

PROTEZIONI DI INTERFACCIA GIA’ VERIFICATE

– Thytronic NV10P *
Dico Dico Scheda Scheda
– Alstom MX3VIR016B
x
– SEB DIA4N
Dico Dico Scheda Scheda
– LOVATO PMVF30
Dico
LOVATO PMVF30D048
Dico
INGETEAM PL70 **
Dico Dico Scheda Scheda
MICROELETTRICA MC3V-CEI
Dico Scheda Scheda

 

* Thytronic NV10P sia in versione con TV che in versione con V-Sensor
**Ingeteam PL70 versione con sensori

DETTAGLI SULL’ ADEGUAMENTO ALL’ALLEGATO A70 DEGLI IMPIANTI DI POTENZA MAGGIORE DI 50KW CONNESSI ALLA RETE MT

Gli impianti di produzione maggiori di 50kW connessi in media tensione prima del 31 marzo 2012 devono essere adeguati con opportune azioni di retrofit,  all’allegato A70 del codice di rete di Terna, attuato dalla Delibera AEEG 84/2012 (leggi l’approfondimento). La delibera 84/2012 è stata modificata dalla delibera 52/2012 (ne abbiamo parlato qua), ma nulla è cambiato per quanto riguarda gli impianti di potenza superiore a 50kW connessi alla rete in media tensione.

L’adeguamento all’allegato A7o prevede l’installazione della protezione a sblocco voltmetrico, da realizzarsi tramite TV con secondario a triangolo aperto (o particolari sensori) e protezione di interfaccia conforme all’allegato A70. Le verifiche da eseguirsi sull’interfaccia sono le stesse descritte nella sezione dedicata alle verifiche CEI 0-16 (clicca qua).

Per l’adeguamento di tali impianti AEEG con la stessa delibera 562/2012/R/eel accetta l’installazione dei Sistemi di Protezioni di Interfaccia conformi alla precedente edizione della norma CEI 0-16 e all’Allegato A70 al Codice di rete di Terna (come documentazione di certificazione è richiesta la sola  Dichiarazione Sostitutiva di atto notorio redatta dal costruttore).

Saranno verificate con apposita strumentazione la precisione delle soglie di frequenza e delle soglie di tensione, oltre ai tempi di intervento che devono essere compresi nei margini di errore previsti. Le protezioni/funzioni oggetto della prova sono:

– protezione di massima tensione seconda soglia  59.S2
– protezione di massima tensione prima soglia 59.S1
– protezione di minima tensione prima soglia 27.S1
– protezione di minima tensione seconda soglia 27.S2
– protezione di massima frequenza prima soglia 81>.S1
– protezione di massima frequenza seconda soglia 81>.S2
– protezione di minima frequenza prima soglia 81<.S1
– protezione di minima frequenza seconda soglia 81<.S2
– massima tensione a sequenza inversa 59Vi (sblocco voltmetrico)
– protezione di minima tensione a sequenza diretta 27Vd (sblocco voltmetrico)
– massima tensione residua 59N (sblocco voltmetrico e sgancio)
– sblocco voltmetrico 81V (tramite le funzioni 59Vi, 27Vd, 59N)
– avviamento protezioni 59Vi, 27Vd, 59N (se richiesto)
– telescatto
– verifiche a vista

Tramite la strumentazione di verifica saranno generate le tensioni e le frequenze di rete, la tensione residua, e i guasti per i quali la protezione deve intervenire al fine di verificare i tempi di intervento e il valore della soglia tramite i contatti di comando del dispositivo di interfaccia. La verifica comprende il corretto intervento del DDI (dispositivo di interfaccia) e la corretta esecuzione e funzionalità del circuito di comando, oltre a tutte le altre verifiche previste dalle CEI 0-16.

Ricordiamo infine che dal 1 aprile 2013 il GSE sospenderà l’erogazione degli incentivi agli impianti che non saranno stati adeguati all’allegato A70 di Terna.

CONTATTACI PER PREVENTIVI O CHIARIMENTI E VERIFICA LE ZONE COPERTE DAI NOSTRI COLLABORATORI (INDICANDO LA ZONA DELLA VERIFICA E SE SI TRATTA DI PROVA IN CAMPO DI INTERFACCIA CEI 0-21 O CEI 0-16)





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Antispam (inserire il testo presente nell’immagine, nell’apposito spazio)
captcha