Il contatore GSE avanza di 6-7 milioni al giorno, il Quinto Conto Energia ci arriva al 2013 ?

La domananda non è tanto banale e tantomeno ironica. Dopo un brusco rallentamento, dovuto ai motivi dei quali abbiamo già parlato qualche settimana fa (leggi l’approfondimento), il contatore degli incentivi ha iniziato ad aumentare la velocità in modo molto rapido e con un passo davvero notevole. Il sistema incentivante ha raggiunto un tetto di spesa annuo di 6 miliardi e 168 milioni di euro (si tratta degli incentivi che ogni anno vengono erogati agli impianti incentivati in conto energia), lasciando a disposizione poco più di 500 milioni di euro.

Se pensiamo alla quantità davvero notevole degli allacciamenti effettuati dai distributori a luglio e agosto, con turni anche di sabato e domenica, ci aspettiamo un ondata di incentivazioni che faranno schizzare in alto il contatore, e se consideriamo che al tetto raggiunto possiamo già sommare gli impianti a registro del quarto conto (21 milioni di euro) e i 140 milioni di euro del primo registro del quinto conto energia, rimangono a disposizione circa 350 milioni di euro.

Ora il passo di avanzamento del contatore è di circa 4-5 milioni di euro con tendenza al rialzo (tra ieri e oggi circa 7 milioni di euro), e se si confermerà questo trend in rapida salita, i conti sono presto fatti, 350 milioni di euro saranno mangiati in circa un paio di mesi. Occorre tenere in considerazione anche il fatto che esaurita l’onda degli impianti allacciati in quarto conto energia a luglio ed agosto, probabilmente ci sarà un rallentamento, viste le forti limitazioni sui limiti di potenza introdotte nel Quinto Conto Energia.

Non rimane che stare alla finestra per valutare l’avanzata contatore GSE, ma anche in caso di previsioni ottimistiche, a nostro avviso il Quinto Conto Energia potrebbe non vedere la luce nel 2013. Sempre che qualcuno non si dimentichi di pensare agli idrocarburi e alle perforazioni e non abbia un lampo di genio ricordandosi che forse il futuro del paese non può fare a meno delle rinnovabili.

Author: Stefano Caproni

Perito Elettrotecnico, mi occupo di progettazione di impianti elettrici, energie rinnovabili, consulenza e progettazione di impianti fotovoltaici. Profilo linkedIn

15 commenti a “Il contatore GSE avanza di 6-7 milioni al giorno, il Quinto Conto Energia ci arriva al 2013 ?

    1. Infatti, sono più le spese per creare un conto energia o per gestire piccoli fondi, che non i risultati, a questo punto che ci lascino fare come vogliamo senza burocrazia che proviamo a camminare con le nostre gambine 🙁

  1. Ciao Stefano,
    intanto buon fine settimana. In una discussione qui ho letto che in riferimento ai 50 milioni per l’ integrato innovativo manca ancora poco e si raggiungerà questo Budget. Ma dove si può leggere questo dato? perchè nel sito del GSE non ho visto il contatore riferito a questa tipologia

    Grazie mille

    Giuseppe

    1. Ciao Giuseppe, il dato è presente nel contatore del gse sulla home page http://www.gse.it/it/Pages/default.aspx
      C’è il totale e i singoli conti energia, nel contatore totale non si vedono i singoli tetti di incentivi, nei contatori dei singoli conti invece cliccando su dettagli hai la suddivisioe per le varie tipologie di impianto.
      Tieni presente che io non vedo il contatore se uso EXPLORER, non so per quale motivo, quindi prova ad andare nella home page del GSE con Firefox o Opera o un altro browser.

  2. Un saluto a tutti, sarei interessato ad installare un ftv da 3kwp per la mia abitazione volevo che qualcuno mi consigliasse se farlo subito ora o aspettare ,ho paura di perdere gli incentivi del v conto energia se inizio a settembre e poi a cosa andro’ in contro? ,grazie della risposta Pietro

    1. Ciao Pietro, ti consiglio di non aspettare, il contatore degli incentivi è molto veloce, il conto energia non durerà molto. Aspettare non ha senso, soprattutto perchè attendere non ti porterà alcun beneficio (se pensi ad un calo dei prezzi non credo ci sarà un calo significativo, e se ci sarà non certo su impianti così piccoli).

  3. Prima di tutto la ringrazio di aver risposto alla mia domanda,vorrei se gentilmente rispondesse anche a quest’altra domanda dato che e’ da poco che mi sto’ avvicinando al fotovoltaico e sinceramente sono molto confuso .NWG mi ha proposto un ftv da 3kwp a 10400 euro + iva con pannelli tenesol (sono affidabbili!!!!!!) con garanzia 10 anni compreso l’inverter e il monitoraggio h24 dell’impianto e in piu’ una assicurazione di 2 anni furto event. atmosferici ect cosa dovrei fare accettare e quindi far partire la pratica da settembre o aspettare qualche altro preventivo????Grazie ancora della risposta Pietro

  4. Ciao Stefano,
    mi sembra che il contatore abbia continuato a correre veloce anche a inizio settembre e poi, dall’inizio di questa settimana, vi sia stato il rallentamento che avevi previsto (martedì +5,2 milioni; mercoledì +4,7; oggi +2,1). Togliendo la coda del 4o Conto Energia ed il Primo Registro del Quinto, restano meno di 220 milioni. Come la vedi, oggi?

    Sai poi come verrà gestito il momento di fine incentivi? Al giorno di raggiungimento della fatidica soglia si aggiungerà un periodo di “franchigia” per gli impianti senza registro o cesseranno bruscamente?
    Ti ringrazio, se puoi aggiungere qualche riflessione o risposta.

    1. Ciao Gianni, sono pochi 220 milioni.
      Ma viste le difficoltà introdotte dal quinto conto (certificazioni energetiche, registri, etc) penso che da ora in poi si facciano solo impianti medio piccoli 1-50kW.
      Quindi i rimanenti 220 milioni potrebbero garantire un po di ossigeno, ma non credo si vada oltre dicembre 2012 o gennaio 2013.
      E’ garantita una certa “franchigia” nel senso che gli incentivi termineranno decorsi 30 giorni dal raggiungimento del tetto dei 6 miliardi e 700 milioni di euro.
      Dopodichè si potrà lavorare con detrazioni fiscali e scambio sul posto, il fotovoltaico non è morto, basta cominciare a fare un po di stime e valutazioni di ritorno economico anche senza incentivi, senza lasciarsi spaventare dalla fine del conto energia.
      C’è già chi ha fatto simulazioni tra conto energia o scambio + detrazioni con sorprese interessanti 🙂

      1. Ciao Stefano, e grazie della risposta.
        Scusa per la mia così tardiva… (non ha funzionato il meccanismo “avvertimi se ci sono risposte”). Se guardi il contatore oggi manacno 201 milioni. Sembra rallentare ancora. Ma il contatore è molto ballerino, con giorni in cui si registrano diminuzioni invece che aumenti…
        Una detrazione fiscale del 50% da sommare allo scambio sul posto, in effetti potrebbe non essere male. Sono anch’io convinto che il fotovoltaico non sia morto, ma che è necessario un cambio di mentalità, che, a dire il vero, sembra stia nascendo.

        Gianni

        1. Ciao Gianni, verifica se hai scritto la mail corretta, solo per sapere se è un problema del portale, perchè gli altri utenti mi dicono che funziona la notifica.
          Sono d’accordo con te al 100%, la mentalità sta cambiando, la gente è stanca di farsi prendere in giro. Tieni presente anche altre soluzioni delle quali parlavo con il commercialista. Azienda con tetto in amianto, smaltimento e rifacimento tetto con coibentazione, detrazione 55% per opere sul tetto, scambio sul posto e ammortamento impianto (bene strumentale se a servizio dlel’azienda. Insoma un po di trippa per gatti c’è. Inoltre non dimentichiamo il DL 28/2011, io sto facendo le pratiche per due abitazioni che avevano obbligo di fare 1,5kW e già che ci sono ne faranno 4,5, in conto energia se facciamo in tempo o in scambio se non facciamo in tempo 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.