La protezione di interfaccia per connessioni BT costruita da Thytronic e distribuita dalla Gavazzi

Grande fermento tra i produttori di SPI (sistemi di protezione di interfaccia) che devono adeguare le loro apparechiature alla norma CEI 0-21, anche in considerazione del fatto che pare ci sia una grande richiesta che i produttori non riescono a soddisfare. Ovviamente anche Thytronic si è mossa, e proporrà sul mercato la nuova NV021VA2TE, il cui nome dice tutto, e che sarà commercializzata dalla Carlo Gavazzi.

Il relè di protezione NV021VA2TE può essere impiegato in BT a protezione di reti e macchine elettriche, distacco carichi e separazione di utenti attivi dalla rete elettrica. In particolare il relè è impiegabile come protezione di interfaccia degli Utenti allacciati alla rete di distribuzione BT in accordo ai requisiti indicati nella Norma CEI 0-21. Esso comprende in un’unica apparecchiatura tutte le protezioni che ogni Utente attivo deve installare per interrompere il funzionamento in parallelo alla rete di distribuzione pubblica in occasione di guasti o di funzionamenti anomali di quest’ultima. In tal modo viene impedito che, per mancanza di alimentazione dalla rete di distribuzione, l’Utente attivo continui ad alimentare la rete stessa con valori di tensione e frequenza non consentiti, che in caso di guasto sulla rete di distribuzione l’Utente attivo possa continuare ad alimentare il guasto stesso e che in caso di richiusure automatiche o manuali di interruttori del Distributore, il/i generatore/i possa/no trovarsi in discordanza di fase con la rete di distribuzione.

Nella prospettiva di evoluzione delle reti di distribuzione intelligenti (smart grid) in presenza di Generazione Diffusa (GD) è prevista la trasmissione su rete Ethernet di segnali finalizzati alla gestione della rete di distribuzione per distaccare i generatori in caso di ricezione del relative segnale di teledistacco, abilitare/inibire le soglie di frequenza del SPI

Data l’importanza che tali segnali rivestono nell’ambito della sicurezza ed affi dabilità del sistema di protezione, il server IEC 61850 è stato implementato (embedded) nel relè di protezione al fine di garantirne la piena compatibilità e quindi senza necessità di installare convertitori (gateway) esterni.

La protezione di interfaccia è già in commercio ma per luglio i pezzi disponibili sono già tutti esauriti.

Scarica qua la scheda tecnica del relè di protezione NV021
Scarica qua la dichiarazione sostitutiva

Author: Stefano Caproni

Perito Elettrotecnico, mi occupo di progettazione di impianti elettrici, energie rinnovabili, consulenza e progettazione di impianti fotovoltaici. Profilo linkedIn

10 commenti a “La protezione di interfaccia per connessioni BT costruita da Thytronic e distribuita dalla Gavazzi

  1. Ciao, appena letto l’articolo ho contattato la Thytronic per vedere la disponobilità di questa benedetta PI e mi è stato riferito che inizialmente la loro protezione non uscirà marchiata Thytroni bensì la faranno commercializzare alla Carlo Gavazzi.
    E allora ho chiamato la C.G. e mi hanno detto che la protezione è già in commercio tuttavia che per luglio è già stato tutto venduto.

    1. Ecco spiegato perchè mi avevano girato delle schede marchiate Gavazzi, adesso correggo l’articolo altrimenti in Gavazzi si arrabbiano 😉

    1. No massi, nel senso che li stanno distribuendo ma la maggior parte sono già prenotati. Occorre chiamare le varie ditte e informarsi presso il loro rivenditori/distributori.
      Al momento potete contattare:
      – Lovato
      – Beghelli
      – Carlo Gavazzi
      – Tele distribuiti da AEG Elettra
      – Microelettrica Scientifica

      Al momento non ne conosco altre. Bisognerebbe cominciare ad inviare lettere all’AEEG chiedenod una proroga. Di fatto al momento è quasi impossibile allacciare impianti sopra i 6kW, non ci sono protezioni di interfaccia disponibili.

    1. Figurati massi, non ti sono stato di grande aiuto, ma i produttori mi hanno sempre risposto di chiedere quali sono i distributori di zona e informarsi dal loro, perchè ovviamente non sanno se sono disponibili o meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.