Power-One: così nasce l’inverter intelligente per le Smart Grids

Un sistema elettrico «integrato» dove le azioni di tutti gli utenti connessi alla rete sono fra di loro coordinate al fine di permettere una fruizione efficiente, sostenibile e sicura dell’energia elettrica. Si chiama Smart Grid e presto sostituirà la vecchia rete elettrica. Parla al futuro l’ultima ricerca, dal titolo Smart Grid Executive Report, dell’Energy & Strategy Group dell’Università Politecnico di Milano. Alla presentazione, avvenuta ieri all’interno della sede del Politecnico di via Durando 10, presenti tutti i players nazionali di settore più importanti.

 

“Come impresa – spiega Leonardo Botti, direttore marketing Power-One, azienda leader nel settore delle rinnovabili, e relatore del convegno – stiamo studiando delle proposte rivolte all’integrazione con Smart Grid. Crediamo che gli inverter possano diventare la componente principale delle Smart Grid. Smart Inverter come “cervello” che possa controllare il flusso elettrico del sistema, ridistribuire energia, ridurre gli sprechi energetici ed economici e infine che possa integrare nella rete l’energia rinnovabile. Grazie ai nostri ricercatori stiamo lavorando alla continua ricerca di soluzioni tecnologiche innovative che rispondono all’esigenze del mercato dell’energia. Questo è il futuro”.

 

Uno smart inverter è del tutto analogo ad un inverter tradizionale, a cui viene connesso un processore che permette di raccogliere ed elaborare informazioni relative alla produzione ed allo stato dell’impianto ed implementare innovative modalità di gestione/controllo/protezione.

 

L’utilizzo di uno smart inverter permette di: gestire le eventuali disconnessioni dalla rete dell’impianto, a seguito di richieste inoltrate dai gestori di rete, mediante comandi da remoto, mantenere insensibilità a rapidi abbassamenti di tensione, limitare la potenza erogata nei transitori di frequenza, aumentare la selettività delle protezioni, al fine di evitare fenomeni di disconnessione intempestiva dell’impianto, limitare la potenza immessa in rete (per ridurre le variazioni di tensione della rete), consentire l’erogazione o l’assorbimento di energia reattiva.

 

L’Energy & Strategy Group è composto da docenti e ricercatori del Dipartimento di Ingegneria Gestionale e si avvale della collaborazione di altri Dipartimenti del Politecnico di Milano, in particolare del Dipartimento di Energia. L’obiettivo dell’Energy & Strategy Group è quello di censire gli operatori e le iniziative imprenditoriali nel settore delle energie rinnovabili in Italia, analizzando e interpretando strategie di business, scelte tecnologiche e dinamiche competitive.

 

Per ulteriori approfondimenti sulle Smart Grids clicca qua
Per ulteriori approfondimenti sull’evoluzione delle regole di connessione alle reti clicca qua

 

 

Scrivi un commento