Nel secondo semestre 2012 il prezzo dei moduli fotovoltaici dovrebbe scendere lentamente

A causa dell’aumento della domanda a livello mondiale, il prezzo dei moduli fotovoltaici dovrebbe calare lentamente nella seconda metà del 2012, mentre le installazioni globali potrebbero raggiungere secondo le proiezioni i 30,2 GW alla fine di quest’anno (una crescita del nove per cento rispetto al 2011, da 27,8 GW a 30,2 GW). I prezzi dei moduli fotovoltaici sono “minati” da una sovracapacità produttiva, ma nonostante ciò il mercato mondiale del fotovoltaico sta mostrando segni di ripresa. Le prospettive delle installazioni globali per il 2012 sono in aumento, e i produttori segnalano che l’aumento della domanda stan contribuendo a portare una certa stabilità e a rallentare il ritmo di diminuzione dei prezzi.

Di fronte a questa notizia comunque non può passare in secondo piano il fatto che la capacità produttiva stimata di celle fotovoltaiche è di circa 43,5 GW  e la produzione di moduli è di circa 49,4 GW nel 2012, a fronte di una prospettiva di installato di circa 30GW. Tuttavia ci si aspetta che la situazione migliori sensibilmente nel 2013, periodo che potrebbe segnare l’inizio di un nuovo ciclo di investimenti nel settore fotovoltaico, con l’Italia che potrebbe avere un ruolo sempre più marginale dopo la definitiva uscita del Quinto Conto Energia.

In particolare c’è molta attenzione al mercato tedesco, con le stime che parlano di circa 7,5 GW di nuove installazioni nel 2012, con un calo di circa il 40% su base annua nel secondo semestre (circa 2.5-3GW rispetto ai 5GW del primo semestre), anche se le proiezioni potrebbero essere sottostimate, e in molti attendono un aumento della richiesta. Le installazioni residenziali dovrebbero rimanere stabili secondo le proiezioni (in calo al 5-6% rispetto al 10% del triennio 2009-2011). Ma se anche nil mercato residenziale dovessere crescere, questo ha storicamente sempre rappresentato solo  il 10% delle installazioni in Germania, e quindi potrebbe contribuire “solo” per circa 1,4 GW all’anno.

E in Italia ? Probabilmente in controtendenza sarà proprio il residenziale ad avere una quota importante viste le restrizioni dei registri, o meglio una quota maggiore rispetto al passato sull’installato annuo globale. Il problema italiano però è un altro: i fondi destinati al Quinto Conto Energia potrebbero essere sufficienti ad incentivare il fotovoltaico del bel paese solo per breve tempo. (fonte: http://www.pv-magazine.com/)

2 Commenti

  1. Alessio Bosi 3 agosto 2012 at 09:47 - Reply

    Buongiorno a tutti,
    Il contatore GSE procede lentamente…..ma procede:
    6.100.553.902 + 21 MLN
    in attesa dell’impennata di settembre-ottobre.

    • Stefano Caproni 3 agosto 2012 at 09:59 - Reply

      Comunque sono riusciti nell’intento, si è quasi fermato. Dal 12 al 25 luglio era aumentato di 70-80 milioni, neglu ultimi 7 giorni solo una decina. Arriviamo al quinto con 500 milioni di euro disponibili secondo me 😉

Scrivi un commento