Delibera 613/2016: impianti connessi alla rete MT, ultimatum dell’AEEG per gli adeguamenti

TralicciAbbiamo più volte parlato negli anni passati, del noto Allegato A70 di Terna e della delibera 84/2012.

Si tratta degli  interventi urgenti relativi agli impianti di produzione di energia elettrica, con particolare riferimento alla generazione distribuita, per garantire la sicurezza del sistema elettrico nazionale. In breve la delibera ha introdotto la necessità di effettuare modiche agli impianti di generazione, riguardanti la modifica delle frequenze di funzionamento degli inverter negli impianti BT (al fine di permettere una connessione permanente per finestre di frequenza più ampie) e l’introduzione di nuove protezioni a sblocco voltmetrico per gli impianti in MT.

Con la delibera 613/2016 l’AEEG lancia l’ultimatum ai produttori degli impianti MT non ancora adeguati, si tratta di circa 1050 impianti sparsi sul territorio nazionale, alcuni anche di notevole potenza. Il termine ultimo per l’adeguamento è il 31 gennaio 2017 per gli impianti di potenza superiore a 50kW connessi in MT, e il 31 marzo per gli impianti di potenza sino a 50kW connessi in MT.

In caso di mancato adeguamento, il distributore potrà disconnettere tali impianti, con le modalità elencate.

Cliccando qua potete visualizzare l’elenco dei POD interessati

Author: Stefano Caproni

Perito Elettrotecnico, mi occupo di progettazione di impianti elettrici, energie rinnovabili, consulenza e progettazione di impianti fotovoltaici. Profilo linkedIn

3 commenti a “Delibera 613/2016: impianti connessi alla rete MT, ultimatum dell’AEEG per gli adeguamenti

  1. un commento da ignorante in materia…e che ne so io com è messo il mio impianto e se dev essere adeguato?
    perche non fanno communicazioni singole su queste cose uno mica puo stare sempre dietro ai cambi di questa gente

    1. Esatto, non ti riguarda.
      In ogni caso direi che essendoci in italia quasi 1 milione di impianti allacciati, è impossibile inviare un documento specifico per ogni impianto, in ogni caso Enel ha inviato a TUTTI la comunicazione realtiva alla necessità di adeguare gli impianti, si trattava solo di guardare la data di allaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.