Inizia il declino del fotovoltaico Italiano, il paese scenderà al quarto posto a fine 2012

Dopo un 2011 pieno di soddisfazioni per i sostenitori dell’energia pulita, con l’Italia al primo posto nel mondo per installazione di impianti fotovoltaici. Ma le cose stanno cambiando, mentre qua si pensa alle trivelle e agli idrocarburi, negli altri paese si pensa anche alle rinnovabili. Nel primo semestre 2012 le installazioni di fotovoltaico nel mondo sono arrivare a circa 13GW, e la previsione per il secondo semestre è quella di arrivare a 18GW.

Germania, Cina e Stati Uniti saranno i principali mercati, mentre l’Italia cadrà in quarta posizione. Nella sua ultima relazione trimestrale, IMS Research indica che nel primo semestre 2012 è stato raggiunto un valore di installato di 13 GW con una crescita del 35% rispetto al 2011. A guidare questo sviluppo la Germania e nelle Americhe. Nel 2012 gli Stati Uniti dovrebbero diventare il terzo mercato mondiale, e rappresenterà  il 40% delle nuove installazioni.

La domanda mondiale è prevista in aumento nonostante il rallentamento dei mercati Europei, grazie ai nuovi programmi e investimenti di Cina, Giappone e Stati Uniti. . La Cina ha recentemente approvato 1,7 GW di progetti che devono essere completati entro la fine dell’anno, mentre le nuove tariffe incentivanti introdotte in giappone il 1 ° luglio dovrebbero animare il mercato del sol levante verso la fine del 2012. (Fonte http://www.pv-magazine.com/).

Author: Stefano Caproni

Perito Elettrotecnico, mi occupo di progettazione di impianti elettrici, energie rinnovabili, consulenza e progettazione di impianti fotovoltaici. Profilo linkedIn

1 commento a “Inizia il declino del fotovoltaico Italiano, il paese scenderà al quarto posto a fine 2012

  1. Ecco gli effetti (disastrosi) delle scelte “politiche”… di un governo che fra l’altro nessuno riconosce come proprio… beh, quasi nessuno… sicuramente c’è qualcuno che saprà apprezzare le decisioni di questo governo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.