Sistemi di accumulo di energia: Power-One sigla un accordo strategico con Panasonic

Power-OneDopo il boom del conto energia, molti addetti ai lavori nonchè produttori di tecnologie per le energie rinnovabili, si stanno interessando ai sistemi di accumulo, un settore che sembra destare grande interesse. Il futuro del fotovoltaico e degli impianti di produzione non programmabili ha bisogno di confrontarsi al più presto con il costo dei sistemi di accumulo, secondo gli addetti ai lavori, e anche secondo noi, fondamentali per rendere ancora più competitive le fonti di energia rinnovabili quali ad esempio il fotovoltaico, in vista della fine degli incentivi. Ormai si parla spesso di detrazioni fiscali, scambio sul posto, e sistemi di accumulo.

E proprio in questi giorni Power-One, produttore leader a livello globale di soluzioni per le energie rinnovabili e per l’efficientamento e la gestione dell’energia , e Panasonic, leader mondiale nello sviluppo e nella produzione di soluzioni elettroniche hanno annunciato un’alleanza strategica finalizzata allo sviluppo, produzione e commercializzazione di sistemi per l’ accumulo energetico per i mercati residenziali e commerciali a livello mondiale. L’accordo prevede l’utilizzo degli inverter Power-One e dei sistemi Panasonic con batterie agli ioni di litio.

Fa parte integrante dell’accordo il fatto che le due multinazionali metteranno a reciproca disposizione i loro reparti di ricerca e sviluppo e le proprie reti vendite e marketing per sviluppare congiuntamente i nuovi prodotti e i nuovi mercati in tutto il mondo. La prima priorità sarà rivolta a sviluppare sistemi di accumulo di energia residenziali, commerciali e utility scale, connessi a rete, in Europa e negli Stati Uniti, mentre in Giappone la priorità sarà rivolta al segmento non residenziale. Inoltre le 2 società si sono impegnate a sviluppare in Giappone la produzione di inverter fotovoltaici per i mercati utility scale e commerciali .

“Siamo entusiasti di essere partner con una società così innovativa e riconosciuta a livello mondiale come Panasonic”, afferma il Dr. Alex Levran, presidente Renewable Energy Solutions Power-One. “Le fonti di accumulo energetico aumenteranno considerevolmente l’adozione, l’uso e la sostenibilità di sistemi di energia rinnovabile nelle case, nelle fabbriche e nelle grandi utility di tutto il mondo. La forza di Panasonic consiste nello sviluppo, produzione e vendita di prodotti quali il loro sistema di gestione energia domestica (HEMS) e batterie agli ioni di litio che sono vitali per i sistemi di accumulo di potenza. Il mix di esperienza con le batterie e con l’immagazzinamento di energia da parte di Panasonic con la tecnologia avanzata degli inverter Power-One sarà una soluzione imbattibile”.

“Siamo felici di collaborare con Power-One, leader mondiale nel mercato della conversione di energia”. Spiega Mr. Tamio Yoshioka, amministratore delegato e direttore di Energy System Business Group di Panasonic Eco Solutions Company. “Con la combinazione tra la forza di Panasonic nella tecnologia di gestione energetica e degli accessori ad essa relativi, e la grande competenza di Power-One nella tecnologia di conversione energetica, crediamo di essere ben posizionati per poter sviluppare sistemi di accumulo di energia a livello mondiale, e poter espandere il segmento non residenziale della gestione energetica in Giappone.

I sistemi di accumulo di energia stanno suscitando una forte attenzione in tempi recenti per la loro capacità di ridurre gli investimenti in attrezzature attraverso il “livellamento energetico” e la riduzione di picchi di consumo, su impianti di larga scala, realizzati con energia rinnovabile, oltre che per fornitura di energia di back up in caso di disastri naturali e altre emergenze. È stato stimato che il mercato mondiale di sistemi di accumulo sarà superiore agli 11 miliardi di dollari entro il 2020, principalmente in Europa, Nord America e Giappone dove le energie rinnovabili sono state recentemente adottate (fonte: Power-One).

4 Commenti

  1. luca 4 marzo 2013 at 14:13 - Reply

    Ciao Stefano, molto interessnte, per sapere di piu come debbo fare, mi interessa avere contatto per valutare convegnenza, per ora grazie Luca

    • Stefano Caproni 4 marzo 2013 at 23:31 - Reply

      Ciao Luca, per ora è solo un annuncio di una pertnership tra i due colossi. Sicuramente partoriranno qualcosa di buono, ma e ancora presto.

  2. GIORGIO SERPICA 10 marzo 2013 at 22:33 - Reply

    Salve, sono interessato a saperne di piu’ . ho iniziato un corso di progettazione di tecniche di impianti di cogenerazione e sono interessato anche ad collaborazioni commerciali con aziende anche di TriCogenerazioni e Hydrogen .
    grazie
    Profilo LinkedIn

    • Stefano Caproni 11 marzo 2013 at 21:16 - Reply

      Ciao Giorgio, io ne so poco 😉

Scrivi un commento