Aggiornato l’elenco Anie delle protezioni di interfaccia e inverter conformi a CEI 0-21

Giusto per la cronaca, visto che le protezioni sono quasi introvabili, segnaliamo che Anie ha aggiornato l’elenco dei dispositivi di interfaccia e degli inverter che possono essere collegati (in quanto conformi alle CEI 0-21). La Norma CEI 0-21 si applica a partire dal 1 luglio 2012, escluso il capitolo riguardante l’insensibilità agli abbassamenti di tensione, che sarà in vigore a partire dal 1 gennaio 2013. Nella tabella sono indicati i sistemi di protezione e gli inverter conformi alla Norma CEI 0-21 delle aziende associate a Federazione ANIE, quindi non significa che eventuali protezioni non presenti non siano conformi, o che non vi siano altre protezioni conformi.

Mancano infatti la Gavazzi (Thytronic) NV021 e la protezione di interfaccia della Tele G4PF21-1 della quale abbiamo parlato, e che qualche lettore di assicura fosse presente in una delle revisioni dell’elenco Anie.

Al momento sono presenti 6 dispositivi:

– Beghelli art. 15320
– SEB divisione elettronica e sistemi art. DIA3s
– ComAp art Mains PRO
– Lovato PMVF20
– Lovato PMVF20 DD48
– Microelettrica Scientifica MC3V-CEI (0-21)

Ricordiamo inoltre che l’elenco Enel non sarà più aggiornato, in quanto in base alla delibera 84/2012, non occorre che Enel pubblichi alcun elenco, i dispositivi collegabili sono quelli che hanno effettuato le prove di laboratorio, che sono quindi conformi alle CEI 0-21 e per i quali il costruttore abbia fornito la dichiarazione sostitutiva.

Clicca qua per l’elenco ANIE delle interfacce conformi aggiornato al 23 luglio.

E’ disponibile inoltre l’elenco degli inverter collegabili alla rete BT  conformi alle CEI 0-21, anche in questo caso ricordiamo che nella tabella sono indicati gli inverter conformi alla Norma CEI 0-21 delle aziende associate a Federazione ANIE.

Clicca qua per l’elenco ANIE degli inverter conformi aggiornato al 23 luglio.

Author: Stefano Caproni

Perito Elettrotecnico, mi occupo di progettazione di impianti elettrici, energie rinnovabili, consulenza e progettazione di impianti fotovoltaici. Profilo linkedIn

38 commenti a “Aggiornato l’elenco Anie delle protezioni di interfaccia e inverter conformi a CEI 0-21

  1. I nostri inverter Samil Power da 3400 17 kw hanno la certificazione cei 021 , sono disponibili ancora con consegne in 7/10 gg , contattatemi per informazioni

  2. Io sto montando un impianto da 11.5 kw. Da come ho capito con il mio inverter power one da 12.5 avrei bisogno della spi esterna nonostante l’inveter sia a norma. Il problema è che non riesco a trovarla quindi se qualcuno puó aiutarmi gliene sarei molto grato. Ma se dovessi montare 2 inverter da 6000 oppure 4 da 3000 ci sarebbe differenza sul montaggio della spi esterna? Grazie anticipatamente e complimenti per il sito.

    1. Nessuna differenza, sopra i 6kW di potenza nominale serve l’interfaccia esterna, purtroppo le interfacce non le trova nessuno 🙁

  3. La cosa assurda è che ad un mio amico Enel ha allacciato l’impianto da 16 kw dieci giorni fa senza batter ciglio nonostante non avesse spi esterna. Non gliel’hanno nemmeno richiesta… Lui non sapeva nemmeno che servisse e a quanto pare nemmeno enel!!!! Quando gli ho chiesto informazioni la settimana scorsa per l’interfaccia esterna a norma lui è caduto dalle nuvole. Quasi quasi provo anch’io a fare lo gnorri…

    1. Mi sembra di sognare, non è che invece hanno fatto finta che ci fosse ? Come hanno fatto a compilare il regolamento di esercizio ?

  4. Non so che dirti veramente… Lui mi ha detto che ha fatto tutto come si faceva prima… Speriamo che Enel in 10 giorni non si sia svegliata…

    1. Speriamo, ti avverto solo di una cosa, chi firma il regolamento di esercizio, ma in particolare gli allegati tecnici e la dichiarazione di rispondenza del sistema di protezione di interfaccia, dichiara che l’impianto e a norma CEI 0-21 e quindi senza interfaccia dichiara il falso. In caso di ispezioni GSE, si perdono gli incentivi 😉 Poi fate come volete.

  5. salve, abbiamo fatto installare un impianto da 10 kw ad una ditta e in data 18/06/12 ci è stato rilasciato il documento di collaudo. però l’enel ad oggi 26/07/2012 non ha ancora attivato l’impianto.
    la ditta che ci ha svolto i lavori d’impianto ci ha chiesto €1.200,00 per mettere a norma l’impianto con nuovi dispositivi alla luce delle nuove norme altrimenti non dà l’ok all’enel.
    ora mi chiedo e chiedo a tutti, ma è giusto che sul contratto ci sia scritto un costo poi si aggiungono postille varie con ulteriori aggravi? inoltre chiedo se il costo di questi dispositivi, che tra l’altro mi hanno detto che non si trovano, possono variano da ditta a ditta?
    grazie per eventuale risposte e se c’è qualcuno nel mio stesso stato mi contatti.

    1. Ti rispondo anche qua.
      Ciao, premetto solo una cosa, qua si tratta di serietà, nel senso che una ditta seria doveva sapere che se andava oltre il 30 giugno c’erano da installare apparechiature aggiuntive. Oltretutto (non so quando sia arrivato il preventivo Enel) ma un impianto finito il 18 giugno doveva e poteva essere allacciato entro il 30 (sempre che il preventivo Enel non sia arrivato molto dopo.
      Detto questo, siamo un po tutti sulla stessa barca, hanno stravolto le cose e non si riesce a star dietro a tutte queste normative, faccio fatica io che sono solo un tecnico, mi immagino chi deve comprare inverter e dispositivi. Ecco, potevano dirtelo prima, ma se anche te lo avessero detto, a metà giugno ancora i prezzi delle interfacce conformi non si sapevano (un cane che si morde la coda). In ogni caso purtroppo è in atto una bella speculazione da parte di chi vende le interfacce conformi, non è colpa degli installatori. E ti dirò, se ti hanno detto 1.200 euro non hanno nemmeno tanto esagerato.

      1. scusami perchè dici che un impiannto installato il 18 giugno doveva e poteva essere installato entro il 30 forse mi sfugge qualche cosa, pensa che il mio impianto da 20kw è stato ultimato il 26 maggio e non sono riuscito a farmelo allacciare in tempo.
        Grazie per l’eventuale chiarimento

        1. Perchè reni mi ha detto che il preventivo Enel è arrivato il 1 giugno, se mandi via la fine opere Enel subito (o anche nulla se non c’erano lavori da fare) una volta ultimato l’impianto si inviava tutto ad Enel il 18 e in 10 giorni potevano allacciare.
          Se hai un impianto ultimato il 26 maggio e ancora non è allacciato qualcuno non ha fatto le cose che doveva fare.
          Io ho finito 7 impianti tra il 5 e il 15 giugno e sono stati allacciato tutti entro il 30 (non voglio dire che sono bravo, voglio solo dire che se uno sta attento alle date e ai documenti ce la fa). Sempre ovviamente che uno non abbia finito l’impianto ancora prima di ricevere il preventivo Enel ovviamente 😉

  6. Ciao, é in corso il mercato nero delle PI esterne, a quanto pare. Ero solo a dire che leggendo la delib.84 (4.2?) le dichiarazioni di laboratorio sono previste solo da 1/1/13; per quest’anno bastano le dich. sostitutive. Non che cambi granché comunque.

    1. Ciao Vic, grazie per la dritta, qualche ufficio Enel chiede i certificati, hai fatto bene ad avvertirci, non capisco questa esigenza di Enel a volte dichiede più di quello che dovrebbe chiedere 😉

    2. Le dichiarazioni di laboratori sono obbligatorie solo da….
      Dove l’hai visto? E per che taglia di impianto?
      A me risulta obbligatorio il test delle interfacce con relativo file non modificabile da inviare ad enel.
      Sto scherzo del test costa oltre 400 euro!

  7. Non avevo letto completamente la risposta di Stefano.
    Il fatto che la prova debab essere documentata non è una invenzione enel, purtroppo, è sulla CEI 0-21!!!

    1. Esatto Gianluca, ma Vic non si riferiva al test con la cassetta relè (che come dici tu è obbligatorio) si riferiva al fatto che i costruttori dovrebbero inviare ad Enel il loro rapporto di laboratorio (prova di tipo fatta su un esemplare) 😉

  8. vorrei sapere i tempi di risposta dell’Enel per un preventivo di allaccio,ieri 02/08 sono venuti per il sopraluogo e verbalmente mi hanno detto che era tutto a posto ,
    grazie

  9. Per quanto riguarda le spi l’ enel tra tutti i documenti esiste veramente la prova di cassetta relè, è un altro costo aggiuntivo non da poco da aggiungere al costo che ci siamo trovati nell’aggiungere questa benedetta interfaccia relè…. mi fate sapere qualcosa.

    1. Ciao Marco, io sono di Ferrara, mi dovrebbe arrivare a breve lo strumento. Poi sono in grado di farle. Magari scrivimi in privato. Trovi la mia mail nella sezione contatti o nella sezione prove dispositivi di interfaccia 😉

  10. Salve necessitiamo di inverter per esterno quind minimo IP65 da 2 KW per n. 23 impianti da 1,64 Kw inquanto abbiamo montato dei power one nel luglio 2011 ma il
    comune ci ha messo un anno per gli allacci ed è entrata il vigore la nuova noram da enel . Mi fate sapere se vi sono offerte interessanti sul mercato . è urgente .

    1. Hai chiesto a Power-One se sono aggiornabili ?
      Per quanto riguarda la diffusione e reperibilità sul mercato ci possono essere due soluzioni.
      A meno che tu non sia diventato allergico a Power-One ci sono gli Aurora UNO da 2kW
      http://it.power-one.com/renewable-energy/products/solar/string-inverters/aurora-uno/uno-20-i-uno-25-i/series
      e gli SMA Sunny Boy
      http://www.sma-italia.com/it/prodotti/inverter-fotovoltaici/sunny-boy/sunny-boy-1300tl-1600tl-2100tl.html
      per quanto riguarda offerte e disponibilità solo un grossista o un fornitore ti possono dare indicazioni

  11. salve, ormai mi sono ritirato dal settore fotovoltaico, sto vendendo tutta l’attrezzatura, in più mi sono rimasti 2 relè per la protezione d’interfaccia, MainsPro della ComAp ancora imballati li vendo a 450 euro l’uno. se qualcuno è interessato mi telefoni al 393-1616845 grazie

  12. Mi è stato montato un impianto fotovoltaico da 10 KW emtrato in funzione il 30/11/2012 dopo neanche un anno è saltato l’interfaccia , mi è stato detto che la garanzia non risponde perchè è stato causato da uno sbalzo di tensione enel , io abito in campagna e dicono che puo succedere in questi casi ma perchè il danno è ha mio carioco? nussuno risponde ? Potrebbe darmi un chiarimento al riguardo ,Grazie dalla gentile attezione

    1. Ti stanno dicendo delle stronzate.
      Le interfacce sono fatte apposta per interrompere tensioni elevate e sono testate anche per tensioni superiori.
      La CEI 0-21 prevede una sovraccaricabilità del circuito di misura sino a 299V (monofase) e 520V (trifase) e adirittura 345V monofase e 600V trifase.
      Vorrei capire come uno “sbalzo” di tensione Enel possa avere rovinato un’interfaccia.
      Digli che te la cambino in garanzia e che non ti prendano in giro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *